Casilina News
Calcio

Serie A iniziata col botto: Roma e Lazio sono pronte al grande salto?

serie a roma lazio

Il campionato di serie A è appena iniziato, ma Roma e Lazio già stanno facendo parlare di sé per i primi buoni risultati ottenuti a suon di gol. Cosa c’è da attendersi dunque per questa stagione? Le due romane riusciranno a mantenere questo passo per l’intero torneo?

 

La Roma cerca la svolta con la mentalità vincente di Mourinho

Pur non partendo tra le primissime favorite dai siti di calcio bookmakers come Betway, la Roma sta dimostrando già sul campo di essere una squadra di valore, in cui la giusta combinazione tra giovani di valore e campioni più esperti sotto la guida di un maestro come Mourinho può rappresentare davvero un elemento di sorpresa sul lungo termine.

Quella giallorossa, d’altronde, è stata la società che ha speso di più nell’ultima sessione di calciomercato, arrivando a quasi 100 milioni di euro di uscite, senza contare per l’appunto la scelta di un allenatore che non ha bisogno di presentazioni, quel José Mourinho che ha fatto della sua mentalità vincente un pilastro su cui fondare l’intera carriera.

Con queste premesse e con una squadra che dimostra di essere già in ottima forma dopo solo un paio di giornate di campionato (nette le vittorie contro Fiorentina e Salernitana, oltre all’ottimo 2-1/3-0 rifilato al Trabzonspor in Conference League) la Roma ambisce chiaramente a inserirsi tra le pretendenti allo scudetto finale, puntando su una rosa di altissima qualità e su un undici titolare con un’età media tra le più basse dell’intero torneo, come certificato dal noto portale Transfermarkt.

Tra i nuovi arrivi, Tammy Abraham è certamente la punta di diamante, ma ottime prestazioni sono arrivate anche dagli altri neoacquisti Shomurodov, Vina e Rui Patricio, che si dimostrano perfettamente integrati in una rosa che conta già nomi del calibro di Karsdorp, Veretout e Mkhitaryan. Se a questi si aggiungono il pieno recupero di Nicolò Zaniolo e il rientro, si spera non troppo a lungo termine, di Spinazzola, c’è da sperare per un campionato davvero entusiasmante per i tifosi lupacchiotti.

Obiettivi di prestigio per la nuova Lazio di Sarri?

Con un nuovo timoniere alla guida come Maurizio Sarri, tecnico che intende il calcio come spettacolo e divertimento, anche la Lazio spera di far sentire forte la propria voce nel campionato di serie A appena iniziato. Così come accaduto per la Roma, anche i biancoazzurri hanno cominciato col piede giusto e, seppur affrontando squadre di modesta portata come Empoli e Spezia, si sono sin da subito imposti come il miglior attacco del torneo (9 gol in due partite).

A mantenere i tifosi con i piedi per terra ci pensa, per ora, una rosa certamente valida ma che avrebbe potuto essere rinforzata in maniera più forte sul mercato. A differenza dei cugini giallorossi, infatti, la Lazio ha potuto investire molto di meno, come si evince dalla lista degli acquisti stilata dal portale Minuti di Recupero, portando a casa nomi come Felipe Anderson, Hysaj, Pedro e il colpo di coda della sessione estiva Zaccagni, che promette di portare ulteriore qualità nell’undici titolare, ma perdendo al contempo un talento come Correa, passato all’Inter al servizio dell’ex Simone Inzaghi.

Il gioco offensivo proposto da Sarri, se ben assimilato dagli uomini a disposizione, potrà essere probabilmente la chiave di volta dell’intero campionato degli aquilotti, che sperano quanto meno di rientrare tra le prime quattro posizioni a suon di gol e di velocità. Con due sole giornate all’attivo è ancora presto per giudicare, ma le premesse per un interessante ritorno del “sarrismo” sembrano esserci tutte, a patto che la squadra si amalgami al meglio e remi tutta nella stessa direzione.

Scrivi un Commento

4 × due =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy