Casilina News
Cronaca

Trastevere. Sorpresa con il Green Pass della madre: denunciata una donna in un locale

Trastevere. Sopresa con il Green Pass della madre: denunciata una donna in un locale

Più di un migliaio i controlli svolti in questo fine settimana dalla Polizia Locale di Roma Capitale per contrastare i fenomeni della Malamovida e verificare il rispetto delle misure a tutela della salute collettiva.

I dettagli

Diversi i ristoranti e pubblici esercizi in cui sono stati riscontrati illeciti per mancanza di Green pass da parte di avventori e dipendenti: 14 le persone sanzionate. Nel corso delle verifiche nelle vie e presso i locali di Trastevere, gli agenti hanno denunciato una donna che, al momento degli accertamenti, ha esibito una certificazione verde intestata ad altra persona, più specificatamente della madre, pensando così di ingannare gli operanti e passare indenne ai controlli. Una condotta illegale subito scoperta dai caschi bianchi, che hanno provveduto a denunciare la ragazza. Una specifica attenzione  anche alla vendita e somministrazione abusiva di bevande alcoliche, con oltre 20 irregolarità rilevate.

LEGGI ANCHE – Controlli nelle zone della movida a Roma: chiusi due locali

Mirate azioni di contrasto, inoltre, al fenomeno della prostituzione, secondo quanto previsto dal Regolamento di Polizia Urbana.  In particolare, nel quartiere Marconi, le pattuglie hanno elevato una decina di sanzioni, non solo per l’attività di meretricio ma anche per violazione delle disposizioni che vietano l’accensione di fuochi, 4 invece le misure del Daspo urbano eseguite. Necessario l’intervento di personale e mezzi Ama per ripulire l’area interessata dai resti dei fuochi e dal cumulo di rifiuti presenti.

Sul versante della sicurezza stradale, sono circa 1300 le condotte irregolari sanzionate per inosservanza delle regole del Codice della strada, mentre tre i documenti ritirati perché scaduti o con anomalie.

Scrivi un Commento

9 − tre =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy