Casilina News
Cronaca

Raffica di controlli a Roma: chiusi diversi locali nelle zone di Porta Maggiore, Esquilino e Piazza Bologna

Raffica di controlli a Roma: chiusi diversi locali nelle zone di Porta Maggiore, Esquilino e Piazza Bologna

Nel corso di controlli amministrativi eseguiti dal commissariato di Porta Maggiore e dalla Divisione Amministrativa presso un esercizio commerciale in Piazza dei Condottieri sono state riscontrate numerose irregolarità. Il locale è stato monitorato dal Commissariato di PS “Porta Maggiore” in quanto vi era il sospetto che all’interno si verificasse spaccio di sostanze stupefacenti.

I dettagli

Lo scorso 22 dicembre gli agenti hanno arrestato, davanti al locale, un abituale avventore sorpreso in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nello specifico cocaina. Il 14 gennaio, invece, l’attività in questione è stata sottoposta a controllo dalla Divisione Polizia Amministrativa unitamente a personale della Polizia Locale di Roma Capitale, nell’occasione sono state riscontrate numerose violazioni alle vigenti normative disposte per il contrasto della diffusione del virus Sars-Cov2 e per tali circostanze gli agenti hanno irrogato la sanzione accessoria della chiusura per giorni 5 ex art.4 comma 4 del D.L. del 25.03.2020 n.19, oltre ad elevare nei confronti della titolare vari verbali. Dopo un attento monitoraggio, e tenuto conto della frequentazione da parte di soggetti pluripregiudicati, specie per i reati in materia di sostanze stupefacenti e, rilevati i comportamenti omissivi e recidivi del gestore del locale, è stato adottato dal Questore di Roma il provvedimento di sospensione, per la durata di giorni 15 (quindici), della licenza.

LEGGI ANCHE – Roma. Serrati controlli tra Trastevere e San Lorenzo: il report

Gli agenti della divisione polizia amministrativa e sociale della Questura di Roma nel corso di controlli amministrativi, in zona Esquilino, hanno denunciato in stato di libertà, il titolare di un B&B, per violazione all’articolo 109 T.U.L.P.S., per mancata registrazione alloggiati, e hanno provveduto alla chiusura dell’attività per 5 giorni per la mancanza dell’osservanza delle prescritte misure di contenimento covid, sollevate, inoltre, sanzioni amministrative per circa 8000 euro per ampliamento capacità recettiva, tabella prezzi e mancanza cartellonistica delle vie di esodo.

In zona Piazza Bologna, invece, sono stati sanzionati due locali con la chiusura dell’attività per entrambi di 2 giorni, per la mancata osservanza delle previste misure anti covid.

Scrivi un Commento

quattro × uno =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy