Casilina News
Cronaca

Codice rosso a Roma: ancora due episodi di violenza sulle donne

Codice rosso a Roma: ancora due episodi di violenza sulle donne

Un arresto in flagranza ed una misura cautelare sono stati eseguiti nelle ultime ore dalla Polizia di Stato nell’ambito dei reati rientranti nella disciplina del codice rosso.

Roma, due episodi di violenza sulle donne

Nella zona di via Veneto, una pattuglia del II Distretto di P.S. Salario, è intervenuta per la segnalazione di una donna che era seguita e molestata dall’ex compagno.

Gli agenti hanno trovato “la richiedente” che raccontava loro che, poco prima, uscendo di casa, aveva notato l’uomo già dalla medesima recentemente denunciato. A quel punto la donna è salita su un taxi ed una volta giunta a destinazione si è accorta di essere stata seguita. E’ entrata di corsa in un ristorante cercando di allontanare l’uomo e nel contempo ha chiamato il 112. I poliziotti intervenuti immediatamente sul posto, hanno  rintracciato l’uomo tra le auto li parcheggiate. Gli agenti, dopo una breve indagine, hanno accertato che, recentemente, la donna aveva presentato una formale querela nei confronti dello stesso uomo appena fermato dalla Polizia di Stato; querela che ripercorreva diversi atti persecutori, nonché episodi di violenza privata e violenza sessuale. Dopo gli atti di rito il 57enne, è stato arrestato e posto a disposizione delle Magistratura.

LEGGI ANCHE – Roma la città più pericolosa d’Italia per i pedoni. Codacons presenta denuncia contro le strisce pedonali “killer”

Gli investigatori del VII Distretto San Giovanni hanno invece notificato ad un 45enne l’ordinanza, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Roma su richiesta della Procura capitolina, che gli vieta di avvicinarsi alla ex compagna ed ai figli della stessa. Il GIP ha anche disposto che il controllo avvenga con il c.d. braccialetto elettronico. La misura è stata emessa a seguito di un’indagine condotta dagli stessi agenti del Distretto San Giovanni che, dopo aver  raccolto la denuncia della vittima, hanno avviato, coordinati dai PM del pool antiviolenza della Procura di Roma, gli accertamenti che hanno permesso al GIP di adottare il provvedimento che tutela, non solo la donna, ma anche i suoi fanciulli.

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

uno × uno =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy