Casilina News
Cronaca

Gianicolense, chiede i soldi ad automobilista fermo al semaforo. Al suo rifiuto, danneggia l’auto e lo aggredisce con una stampella

Gianicolense, chiede i soldi ad automobilista fermo al semaforo. Al suo rifiuto, danneggia l'auto e lo aggredisce

Intensificati i servizi di controllo del territorio da parte degli agenti della Polizia di Stato in tutta la capitale. Il dispositivo impiegato ha permesso l’arresto di 6 persone, 2 per rapina, una per lesioni aggravate, una per il reato di false dichiarazioni, una per furto aggravato e l’ultima per tentata truffa.

Roma. La Polizia di Stato arresta 6 persone in poche ore grazie agli intensificati servizi di controllo del territorio su tutta la capitale

Il primo a finire in manette, per mano degli agenti del commissariato Esquilino, è stato un cittadino magrebino di 24 anni. Il giovane, che aveva rapinato una giovane ragazza di una catenina in oro di 600 euro, in concorso con un complice che è riuscito a scappare, è stato bloccato tempestivamente, anche con l’ausilio dei passanti. Proseguono le ricerche per il complice fuggito.

Dovrà invece rispondere di tentata rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento ai beni dello stato una 54enne romana, bloccata dagli agenti della Sezione Volanti in transito tra via Trastevere e Circonvallazione Gianicolense.

A far scattare il repentino intervento della polizia un’aggressione a scopo di rapina intentata dalla donna nei confronti di un automobilista, fermo al semaforo con la figlia all’interno della sua vettura. La 54enne, dopo aver chiesto dei soldi all’uomo, al suo rifiuto ha iniziato dapprima a danneggiare la macchina con una stampella, poi ha aperto lo sportello e ha iniziato a percuotere l’uomo con lo stesso oggetto. La donna, con precedenti di polizia, perquisita, è stata trovata in possesso di un taglierino.

E’ stata invece una lite a scatenare la reazione di G.A., cittadino romeno di 28 anni. L’uomo, dopo aver saputo che il suo amico e la sua compagna non volevano più condividere il bungalow con lui, ha spaccato una bottiglia in vetro e con il collo della stessa lo ha aggredito. G.A., all’arrivo dagli agenti del XIII Distretto Aurelio e del commissariato Monte Mario, è stato arrestato per lesioni aggravate e denunciato per sfruttamento della prostituzione, tra le donne sfruttate la stessa compagna della vittima; quest’ultima, per le lesioni riportate, è stata giudicata guaribile con una prognosi di 30 giorni.

Grazie alla segnalazione del sistema controllo alloggiati è scattato l’intervento di una pattuglia della Sezione Volanti in una struttura ricettiva in via Amendola, per un cittadino romeno di 35 anni destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dalla Procura di Asti. Arrestato, l’uomo dovrà scontare una pena di 4 mesi per il reato di false dichiarazioni.

Tuscolano Sud. Poliziotto libero dal servizio blocca 2 borseggiatori che avevano derubato un anziano

Al Tuscolano, invece, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Appio, hanno arrestato per furto aggravato S.D.J.S. di 22 anni peruviano, in quanto poco prima, lo stesso, aveva rubato una borsa ad una donna in via Acerenza.

Scrivi un Commento

tre × quattro =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy