Casilina News
Attualità

Artena, vendita Granaio Borghese. Carocci: “Siamo basiti. Credono che la gente sia scema?”

artena sciopero rifiuti 3 febbraio 2022

La Consigliera di minoranza del Comune di ArtenaSilvia Carocci, replica alla nota stampa della maggioranza guidata dal vicesindaco facente funzione Loris Talone, in merito alla vicenda della vendita del Granaio Borghese.

Granaio Borghese Artena, le parole di Silvia Carocci

 «Le dichiarazioni della maggioranza sulla vendita del Granaio Borghese lasciano basiti. Il vicesindaco insieme agli assessori Scaccia, Caschera e Palone hanno approvato con Delibera il piano per la vendita del patrimonio tra cui rientra il Granaio Borghese e oggi, dicono che non era loro intenzione. Ma cosa credono che la gente sia scema? Per la seconda volta scaricano le colpe sui tecnici, come successe per il Biometano».

LEGGI ANCHE – Brutto incidente tra Lariano e Artena: ci sono feriti

La capogruppo di “Artena Cambia” ha aggiunto. «Questo giochetto dello scaricabarile però non regge più perché ormai è chiaro a tutti che stanno vendendo il patrimonio per coprire i buchi di bilancio che non sono stati in grado di gestire. La Città di Artena dovrà pagare per la loro incapacità e questa è una ingiustizia. Anche perché l’unica cosa veramente certa è che tutte queste operazioni di vendita serviranno a mettere una pezza al bilancio solo per quest’anno. L’anno prossimo staremo ridotti ancora peggio e non ci sarà più niente da vendere. Nei prossimi giorni incontreremo il Commissario nominato per fare il Bilancio e metteremo in campo ogni azione per impedire questa ulteriore follia».

Scrivi un Commento

16 − dieci =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy