Casilina News
Attualità

Artena e Colleferro, sicurezza al IV Km: ecco la petizione per mettere l’autovelox

Autovelox, fioccano le multe: più di 1300 a Roma soltanto il 1 dicembre

Dopo i vari incidenti avvenuti al IV Km ( tra Artena e Colleferro) il Comitato di Quartiere San Benedetto – IVKM di Colleferro ha dato vita ad una petizione per inserire delle colonnine autovelox in quel tratto di strada.

Ecco la petizione

Eccoci qua! Siamo il Comitato di Quartiere San Benedetto – IVKM di Colleferro. Siamo un gruppo di volontari e ci occupiamo di varie iniziative all’interno del nostro quartiere.

Siamo tanto preoccupati per la poca sicurezza di Via Latina (il lungo rettilineo che attraversa il centro abitato denominato IV KM). Infatti dopo l’ennesimo incidente avvenuto su questa via, ci rendiamo artefici di questa iniziativa destinata a sensibilizzare le Autorità competenti, affinché si pongano in atto delle iniziative volte a contrastare il fenomeno dell’alta velocità dei tantissimi veicoli che la percorrono ogni giorno.

La necessità di intervenire prontamente è principalmente dettata dalla richiesta urgente di sicurezza stradale che noi cittadini avvertiamo come impellente e indispensabile al fine di scongiurare eventuali fatti di più notevole gravità rispetto alla già sfortunata sequela di incidenti stradali accorsi negli ultimi tempi.

Abbiamo raccolto le lamentele e le preoccupazioni dei residenti, e chiediamo a gran voce, che si proceda all’IMMEDIATA installazione di dissuasori di velocità, consistenti in colonnine da porre lungo il tratto stradale incriminato e in grado di contenere e/o segnalare la velocità degli automobilisti. Tali strutture, hanno dimostrato di ottenere ottimi risultati nel contenimento di comportamenti scorretti alla guida, procurando un effetto deterrente in grado di condizionare in senso positivo la velocità degli autoveicoli.

LEGGI ANCHE – Artena piange Giovanni Tesini: “Giovannone” lascia un vuoto enorme nella comunità

Chiediamo a tutti quelli che vogliono più sicurezza, di aiutarci e sottoscrivere e inoltrare questa petizione poiché questa è forse uno degli ultimi espedienti ancora disponibili per evitare che, prima o poi, accada qualcosa di veramente irreparabile.

Clicca sul link se vuoi firmare la petizione