Casilina News
Ambiente

Fare Verde Fiuggi: il punto sulla situazione attuale della Riserva Naturale di Canterno

“Le Riserve Naturali sono soggette a precise disposizioni di legge per la protezione del suolo, delle acque, della vegetazione e della fauna”, viene riportato da Fare Verde Fiuggi, “La Riserva Naturale lago di Canterno in questi giorni sta nuovamente godendo delle abbondanti piogge che contribuiranno positivamente all’innalzamento del livello dell’acqua del Lago. La quota dell’acqua a + 546,40 s.l.m. sarà elemento vitale per la riproduzione dell’avifauna e ittiofauna presente nella zona umida denominata “Pantanelle” e ricadente nel Comune di Fiuggi.

Non tutti sanno che il 15 febbraio 2018, i soci della Legambiente Fiuggi APS, a seguito di numerose battaglie ambientali, riuscirono ad ottenere un confronto pubblico che si svolse presso l’aula consiliare del Comune di Fumone, che lo ospitò.

In quella sede, oltre ai rappresentanti di Enel Green Power e Legambiente Regionale e Locale, erano presenti anche i rappresentanti di: Regione Lazio, Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, Comune di Fumone, Comune di Torre Cajetani, Comune di Ferentino, Comune di Trivigliano, Comune di Fiuggi, GAL Ernici Simbruini, Acea Ato 5, Il Guitto, (Associazione Culturale), ed altri.

A fine della discussione del Tavolo Tecnico, denominato “Uomo e Natura in Simbiosi”, il rappresentante dell’Enel Green Power e dell’Ente Parco Monti Ausoni e Lago di Fondi, entrambi firmavano l’atto di impegno specificando le relative competenze.

Di seguito si riporta il contenuto integrale dell’Atto di Impegno:

Vista l’introduzione alle problematiche connesse alle condizioni del Lago di Canterno nei suoi aspetti ambientali, idrici e naturalistici, i sottoscritti del presente atto, ciascuno per quanto di competenza, si impegnano a farsi promotori delle seguenti azioni tese al recupero, alla bonifica, alla tutela e alla valorizzazione della Riserva Naturale del Lago di Canterno mediante le seguenti azioni:

  • Controllo della qualità dei liquami immessi nel depuratore;
  • Intervento sul depuratore, potenziando le capacità depurative dello stesso, diminuendo il quantitativo dei reflui, con conseguente abbattimento delle sedimentazioni nel corpo ricettore;
  • Realizzazione di uno sbarramento con tecniche di ingegneria naturalistica, tendente al recupero e alla valorizzazione della zona umida;
  • L’impegno da parte dell’Enel ad eliminare l’emungimento dell’acqua del Lago di Canterno nel periodo che va dal 01.2 al 30.06 di ogni anno, finché non sarà realizzato lo sbarramento di cui al punto precedente;
  • Realizzazione di un impianto di fitodepurazione lagunare;
  • Realizzazione di strutture per l’avvistamento e lo studio dell’avifauna della Riserva Naturale di Canterno.

Ad oggi, e a vista d’occhio, 3 degli ultimi 4 punti del suddetto atto di impegno non risultano essere stati realizzati. Si spera, e ci auguriamo che Enel Green Power rispetti il proprio impegno, altrimenti, anche quest’anno il ciclo riproduttivo dell’avifauna e ittiofauna presente nella Riserva Naturale lago di Canterno, non potrà verificarsi nel pieno della propria evoluzione. Diverse sono le specie che potrebbero subire ingenti danni, od addirittura, non riprodursi”, è quanto riportato da Fare Verde Fiuggi.

Scrivi un Commento

20 − quindici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy