Casilina News
Attualità

Polizia Locale Roma, servizi anti-assembramento alle fermate metro e bus. SULPL: “Per gli agenti difficoltà oggettive” (FOTO)

“Gli annunciati nuovi servizi di contrasto alla diffusione del Covid 19, che prevedono controlli e contrasto agli assembramenti presso le stazioni delle linee di trasporto metropolitane e di superficie, partono purtroppo con serie difficoltà oggettive”.

SULPL: “Per gli agenti difficoltà oggettive”

E’ quanto dichiara in una nota Marco Milani, Segretario Romano Aggiunto del SULPL (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale).

“L’emergenza freddo e la stessa consuetudinaria apertura delle fermate delle linee metropolitane, finalizzata ad accogliere i meno fortunati nelle rigide e piovose nottate invernali, rende questi luoghi, come del resto le numerose pensiline adibite a ricoveri di fortuna, gremiti di persone ed improvvisati giacigli. In tale contesto diventa oggettivamente difficile per gli agenti sanzionare o anche semplicemente redarguire cittadini e pendolari in attesa del mezzo di trasporto, ignorando però la presenza degli assembramenti di chi si trova costretto a vivere in strada, costringendoci ad improvvisare una mediazione tra misure formali e realtà oggettiva, che spesso appare impossibile.

LEGGI ANCHE – Polizia Locale Roma, UGL: “Forti perplessità su controlli Covid”. Milani: “Goliardica provocazione?”

Su questo tema invitiamo l’amministrazione a date indicazioni che possano toglierci dall’imbarazzo, trovando soluzioni non solo normative, anche avvalendosi dei servizi sociali e delle associazioni religiose che quotidianamente si occupano delle persone che versano in stato di disagio sociale”, conclude la nota del Sindacato.

Scrivi un Commento

10 + 15 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy