Casilina News
Attualità

Lazio, il bollettino Coronavirus di oggi: diminuiscono i casi e i ricoveri ma aumentano i decessi

Scuola di Villaggio Prenestino

Si è appena conclusa alla presenza dell’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato l’odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l’ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

 Il bollettino di oggi, 8 gennaio 

“OGGI SU OLTRE 12 MILA TAMPONI NEL LAZIO (+275) SI REGISTRANO 1.613 CASI POSITIVI (-166), 45 I DECESSI (+2) E +1.636 I GUARITI. DIMINUISCONO I CASI, I RICOVERI E LE TERAPIE INTENSIVE, MENTRE AUMENTANO I DECESSI. IL RAPPORTO TRA POSITIVI E TAMPONI E’ A 12% MA SE CONSIDERIAMO ANCHE GLI ANTIGENICI LA PERCENTUALE SCENDE A 4,5%. I CASI A ROMA CITTA’ SONO A QUOTA 700.

Il Lazio è tra le grandi Regioni quella che è sempre rimasta in zona ‘gialla’, ma questo non significa un semaforo verde anzi bisogna aumentare il rigore poiché l’andamento potrebbe peggiorare. In questa ultima settimana sono raddoppiati il numero di nuovi focolai di trasmissione in particolar modo relativi ad ambito famigliare ed è aumentata la percentuale di positività nei tamponi effettuati. Questo ci deve portare alla massima cautela. 

Nella Asl Roma sono 303 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Tredici sono ricoveri. Si registrano otto decessi con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 344 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Centotrentasei sono i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano diciotto decessi con patologie.

Nella Asl Roma 3 sono 140 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sei sono ricoveri. Si registra un decesso con patologie.

Nella Asl Roma 4 sono 47 casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie

Nella Asl Roma 5 sono 157 casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 178 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano otto decessi con patologie.

LEGGI ANCHE – Lazio, scuole superiori in Dad al 100% fino al 18 gennaio. La decisione di Zingaretti

Nelle province si registrano 444 casi e sono cinque i decessi nelle ultime 24h.

Nella Asl di Latina sono 132 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 77 anni con patologie.

Nella Asl di Frosinone si registrano 127 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano due decessi di 69 e 88 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 91 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Dieci i casi con link a casa di riposo Maria Cappelli di Corchiano dove è in corso l’indagine epidemiologica. Si registra un decesso di 88 anni con patologie.

Nella Asl di Rieti si registrano 94 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 92 anni con patologie” commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Inoltre:

***VACCINI ANTI COVID: PROSEGUE A PIENO REGIME L’ATTIVITA’ DI VACCINAZIONE E SONO OLTRE 53 MILA LE DOSI SOMMINISTRATE (AGGIORNAMENTO ORE 12). DOBBIAMO COMMISURARE LE DOSI PER I PRIMI RICHIAMI CHE INIZIERANNO A META’ MESE. SU SALUTELAZIO.IT IL CONTATORE GIORNALIERO DELLE VACCINAZIONI DIVISO PER ASL E AZIENDE OSPEDALIERE;

***SPALLANZANI: COMPLETATA LA VACCINAZIONE ANTI COVID DELLA QUASI TOTALITA’ DEL PERSONALE SANITARIO DEDITO ALL’ASSISTENZA. PRIMA STRUTTURA REGIONALE A COMPLETARE LE VACCINAZIONI E UN RINGRAZIAMENTO VA A TUTTI GLI OPERATORI CHE IN QUESTI MESI CON DEDIZIONE E PASSIONE HANNO CONTRASTATO L’AVANZATA DEL VIRUS.

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

5 × tre =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy