Casilina News
Attualità

Teatri, cinema, palestre e piscine chiusi anche dopo le feste? Le ipotesi sulle possibili nuove restrizioni

Roma. Alla Casa del Cinema storie di talenti al femminile: ecco il programma

L’Italia è nuovamente in zona arancione, fino a Capodanno. Ma al Governo si sta già valutando l’ipotesi di possibili nuove restrizioni da attuare dopo le festività.

Teatri, cinema, palestre e piscine chiusi anche dopo le feste?

Come riportato dall‘Ansa, se la curva dei contagi non dovesse diminuire, la chiusura di teatri, cinema, palestre e piscine potrebbe essere prorogata. Tanti sono ancora i dubbi su una ripresa dell’attività scolastica in presenza. Si teme una terza ondata e la diffusione della variante inglese del virus. Questi timori minacciano la possibilità di riaprire quei settori già tanto colpiti dalla crisi causa Covid.

A ciò potrebbe aggiungersi il divieto di grandi eventi aperti al pubblico e l’apertura delle discoteche.

Non si conoscono ancora le possibili restrizioni che potrebbero interessare il mondo della ristorazione.

LEGGI ANCHE – Vaccino Covid-19, efficacia e sicurezza: proviamo a rispondere ad alcune domande

Il nuovo Dpcm, che con ogni probabilità entrerà in vigore dal 15 gennaio, dovrebbe contenere la proroga delle chiusure: dal 7 gennaio entreranno in vigore di nuovo le fasce di colore in base all’andamento del contagio nelle regioni (rossa, arancione, gialla).

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

sedici − quattordici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy