Casilina News
Cronaca

Simula incidente per truffare l’assicurazione dell’ignara vittima: i documenti del sinistro erano palesemente contraffatti e non solo

Roma, operazione antimafia "Babylonia". Confisca record di beni e aziende per circa 300milioni di euro

Personale del Comando Stazione Carabinieri di Pico, nell’ambito di una specifica attività info-investigativa, scaturita da una denuncia -querela presentata da una 59enne residente a Roma ma originaria di Pastenadeferiva in stato di libertà, alla competente A.G., una 54enne, anch’essa residente nella Capitale, poiché resasi responsabile dei reati di “sostituzione di persona e danneggiamento di beni assicurati”.

Il fatto

L’attività di indagine posta in essere dai militari operanti, consentiva di accertare che l’indagata, a insaputa della denunciante, aveva simulato un incidente stradale tra il proprio veicolo e quello della vittima, presentando la richiesta di risarcimento all’assicurazione di quest’ultima.

LEGGI ANCHE – Pastena, avevano rubato uno zaino con 400 euro: denunciate due persone

Nel corso delle attività, inoltre si accertava che i documenti relativi al sinistro erano palesemente contraffatti, che le due donne non si conoscevano e non avevano mai avuto contatti e che il giorno del dichiarato incidente, l’autovettura della querelante si trovava in tutt’altro posto, come evidenziato dagli accertamenti  esperiti sul  dispositivo di geo localizzazione montato sul suo veicolo.

Scrivi un Commento

due × 5 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy