Casilina News
Attualità

Nemi conferisce la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto

Nemi, insegnante positivo al Coronavirus: tutte le info dall'Amministrazione

L’Amministrazione Comunale di Nemi è tra i primi Comuni d’Italia ad aver conferito  la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto  sepolto all’Altare della Patria di Piazza Venezia come segno di riconoscenza a tutti coloro che hanno perso la vita per la difesa della Patria.

Il sindaco Alberto Bertucci lancia un appello di coesione forte  del Paese in questo momento di emergenza.

Per il Consiglio Comunale di Nemi in rappresentanza dell’intera comunità, è stato un grande onore rendere omaggio al Milite Ignoto definendolo un figlio di Nemi ed in un momento di emergenza nazionale per il Covid-19 questo gesto diventa anche un simbolo di coesione per il Paese.

Tale proposta dall’alto valore è stata promossa dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e dal Gruppo di Medaglie d’Oro al Valore Militare che ha sostenuto, nell’ambito della commemorazione del centenario della traslazione del Milite Ignoto nel sacello dell’Altare della Patria a Roma 4 novembre 1921-2021 di conferire, da parte di ciascun Comune d’Italia, la Cittadinanza.

LEGGI ANCHE – Nemi, buoni spesa e servizi domiciliari per far fronte all’emergenza Coronavirus

Lo spirito di sacrificio del Milite Ignoto – dichiara il Sindaco di Nemi Alberto Bertucci – in questo momento storico possiamo riconoscerlo in tutte quelle persone che sono impegnate in prima linea nell’ardua battaglia contro un nemico invisibile come il Covid-19.

Abbiamo voluto – conclude il Sindaco  – dare un segnale forte di coesione del Paese.

Scrivi un Commento

3 × 1 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy