Casilina News
Attualità

Artena, proposta la creazione di una Commissione Permanente in memoria di Willy

“Artena Cambia” e “Artena Insieme” propongono di creare una Commissione Permanente, al fine di ostacolare la disgregazione sociale che si vive attualmente e di redigere un’analisi dello stato della Comunità. Un’esigenza dettata soprattutto dall’omicidio di Colleferro, che ha visto coinvolto il giovane Willy.

La nota

Di seguito, il testo:

“E’ passato poco più di un mese dall’omicidio di Willy Monteiro Duarte.

L’undici settembre il Consiglio Comunale di Artena si è riunito e, all’unanimità, ha approvato un ordine del giorno per la costituzione di parte civile del nostro Comune nel processo per la morte del giovane ragazzo di Paliano. E’ tuttavia importante e necessario che le Istituzioni proseguano in questo percorso che si è iniziato a tracciare perché i fatti di Colleferro, in tutta la loro violenza ed efferatezza, ci hanno dimostrato quanto sia importante lavorare sul tessuto sociale, culturale e civile delle nostre realtà.

Crediamo che il passo successivo da fare sia  la creazione di una Commissione Permanente, dove siedano le istituzioni ma anche le parrocchie, le associazioni, la scuola, le autorità di ordine pubblico, affinché si faccia una analisi seria dello stato della nostra Comunità e si inizi a lavorare insieme per costruire e sostenere le alternative alla disgregazione sociale che stiamo vivendo. Abbiamo protocollato la richiesta di convocazione di un Consiglio Comunale apposito proprio per discutere tutti insieme di questa proposta anche perché Artena ha dimostrato che vuole reagire.

LEGGI ANCHE – “Il sorriso di Willy”, in musica un ritratto inedito e felice del ragazzo ucciso durante un brutale pestaggio

Dopo la fiaccolata, le associazioni sono di nuovo scese in campo e in questi giorni hanno organizzato un’altra manifestazione “15000 Luci contro la Violenza”. Questo ovviamente testimonia la necessità di non abbassare la guardia e di non lasciare che il tempo passi invano. Noi, come amministratori di questa città, abbiamo il dovere di guidare questo processo che sarà lento e complesso ma doveroso per il domani della nostra Comunità.

La proposta intende poi estendersi anche su tutti i Comuni limitrofi, al fine di collaborare per estirpare le piaghe sociali che investono tutto il Territorio.

Scrivi un Commento

5 × 5 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy