Casilina News
Cronaca

Corviale, lite per la gestione dei figli che degenera e intervengono gli agenti

Roma. 38enne transita in via di Torrenova: la macchina era senza assicurazione e lui era ai domiciliari

Corviale. Litiga con l’ex cognata e l’ex compagna ed insulta e minaccia gli agenti intervenuti: 47enne arrestato dalla Polizia di Stato.

La lite

Una lite tra ex per la gestione dei figli degenera; la Polizia di Stato, per fermare il padre, deve ricorrere all’uso dello spray al peperoncino.

Nel tardo pomeriggio, 2 equipaggi del Reparto Volanti sono intervenuti al “serpentone” di Corviale per una lite in strada: le parti erano un 47enne romano, l’ex compagna e l’ex cognata. La discussione, nata per l’affidamento dei figli, era presto degenerata ed aveva portato alle vie di fatto tra l’uomo e l’ex cognata.

Inutili i tentativi dei poliziotti di riportare l’uomo alla calma, nonostante il pianto dei suoi bambini che stavano assistendo alla scena.

Dopo alcuni minuti, la rabbia dell’uomo si è riversata contro uno degli agenti ed ha iniziato ad insultarlo e minacciarlo. L’arrivo del personale del 118 ha riportato la calma solo per alcuni minuti, dopodiché M.F. – queste le iniziali dell’uomo – ha iniziato a gettarsi addosso ai poliziotti cercando di provocare la loro reazione e per contenerlo è stato necessario usare lo spray al peperoncino in dotazione. Anche dall’interno dell’auto della Polizia il 47enne ha continuato a minacciare sempre lo stesso agente, anche mimando il gesto del taglio della gola.

LEGGI ANCHE – Roma, Corviale. Rifornivano la piazza di spaccio del Serpentone: 11 tra pusher e vedette nei guai

Al termine dell’intervento, non prima di aver accertato il suo stato di salute presso il più vicino pronto soccorso, l’uomo è stato arrestato e posto a disposizione della Magistratura; l’ex compagna ed i figli sono stati invece assistiti dai medici e per loro è stato attivato il percorso previsto dal “codice rosa”.

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

20 − quattro =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy