Casilina News
Cronaca

Roma, Corviale. Rifornivano la piazza di spaccio del Serpentone: 11 tra pusher e vedette nei guai

I Carabinieri della Stazione Roma – Villa Bonelli e del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma – E.U.R., a conclusione di una complessa e articolata attività d’indagine, hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare, una nei confronti di 8 persone (7 in carcere e 1 agli arresti domiciliari) e l’altra nei confronti di 3 minorenni (collocamento in comunità), emesse dal GIP del Tribunale di Roma e dal Gip del Tribunale per i Minorenni di Roma – su richiesta della DDA e della Procura della Repubblica per i Minorenni, ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti (artt. 73 e 74 D.P.R. 309/1990) e danneggiamento (art.635 c.p.).

L’indagine Tabula Rasa

Il provvedimento trae origine da un’indagine – denominata Tabula Rasa – diretta dalla Direzione Distrettuale Antimafia e dal pool della Procura di Roma che si occupa tra l’altro dei reati in materia di stupefacenti, delegata alla Stazione Roma Villa Bonelli con il supporto del Nucleo Operativo della Compagnia Roma-Eur. L’attività investigativa, da novembre 2018 a novembre 2019, ha consentito di disarticolare un sodalizio criminale dedito al traffico di hashish, cocaina e marijuana, costituito da pregiudicati residenti nel quartiere del Nuovo Corviale, i quali, avvalendosi anche dell’impiego di minorenni, rifornivano la piazza di spaccio del complesso residenziale denominato “Serpentone”.

Le indagini hanno permesso di ricostruire il modus operandi dell’organizzazione, durante le quali sono stati acquisiti significativi elementi probatori in ordine ai ruoli ricoperti dagli indagati, con l’individuazione di compiti e responsabilità, come ad esempio quella di garantire le spese di patrocinio legale per i sodali colpiti da misure coercitive.

Nel corso dell’attività è stata documenta l’esistenza di una rete di vedette cui era affidato il compito di eludere i controlli delle Forze dell’Ordine, ciononostante sono stati accertati numerosi episodi di spaccio di stupefacenti, per un volume di affari illeciti quantificati in circa 30.000 euro mensili.

LEGGI ANCHE – Corviale, La Polizia aiuta una dottoressa a ritrovare materiale sanitario urgente destinato all’ospedale San Camillo

A seguito delle varie operazioni dei Carabinieri, sinora sono state arrestate 10 persone in flagranza di reato e altre 2 denunciate in stato di libertà, per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nonché segnalate alla Prefettura di Roma, numerosi assuntori. Lo stupefacente sottratto alla disponibilità del sodalizio è quantificabile in 16 g di cocaina, 7,529 kg di hashish, 393 g di marijuana, oltre al sequestro di 5.405 euro in contanti.

Scrivi un Commento

16 − uno =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy