Casilina News
Cronaca

Cambiano gli spostamenti, non i controlli: 180 contravvenzioni ad Anagni e Cassino

L’emergenza legata al Covid ha cambiato le nostre abitudini, così come sono cambiati i modi di spostarsi delle persone. Molti cittadini, che prima utilizzavano i mezzi pubblici, ora per recarsi a lavoro usano i propri mezzi. Anche gli spostamenti verso i luoghi di villeggiatura, non più dei veri e propri esodi, avvengono per lo più in giornata.

LEGGI ANCHE: Lazio, autovelox posizionati in alcune zone nelle province di Roma, Frosinone e Latina

Per questo motivo anche l’attività di vigilanza stradale da parte delle pattuglie si è adeguata e sono stati intensificati i controlli sul rispetto delle norme della circolazione stradale ed infatti, nelle giornate di lunedì 13 e martedì 14 luglio, gli agenti della Polizia Stradale della Sezione di Frosinone e del Distaccamento di Sora durante i controlli sulle strade nei pressi delle città di Anagni e Cassino, hanno contestato 180 contravvenzioni per il mancato uso di cinture di sicurezza e per l’uso del telefono cellulare durante la guida.

Il dato è allarmante e per questo la Polizia di Stato invita tutti i cittadini a  riflettere rispetto a quanto sia pericoloso per se stessi e per gli altri distrarsi durante la  guida e non utilizzare i sistemi di sicurezza, tra le prime cause di incidenti stradali.

Scrivi un Commento

8 + quattordici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy