Casilina News
Attualità

Roccasecca si rifà il look, massiccia opera di pavimentazione stradale: Via Cappella sarà pronta per il “rilancio” verso lo Scalo?

roccasecca via cappella strada chiusa lavori tecnici acea perdita acqua voragine

Roccasecca (FR) – Massiccia opera di ristrutturazione e di pavimentazione stradale nelle ultime settimane.

Roccasecca, un cantiere a cielo aperto

Roccasecca è attualmente un cantiere a cielo aperto. Praticamente ogni giorno i cittadini stanno assistendo al rifacimento stradale e alla ristrutturazione di edifici fatiscenti su tutto il territorio della terra di San Tommaso ed il che è sicuramente un bene per chi fruisce della rete stradale e per l’impatto turistico che ne deriva, anche in vista di un “rilancio” nazionale, così come territoriale.

Un’arteria molto importante per Roccasecca è Via Cappella, forse una delle più importanti dato che non solo è una delle vie di passaggio preferenziali per la discesa verso lo Scalo, ma è una via che si trova a ridosso di una scuola e, non di meno, è una via a senso unico. Oltre ciò, è una strada che da innumerevoli anni si trova ad affrontare perdite d’acqua e conseguenti cedimenti del manto stradale. Ed è da innumerevoli anni che, per tali motivi, subisce delle variazioni di traffico e di percorribilità.

LEGGI ANCHE – Roccasecca, ampliamento della discarica di Cerreto: il TAR boccia la proposta della Regione Lazio

Dall’ultimo cedimento strutturale sono passati ormai lunghi, lunghissimi mesi, tant’è che nei pressi della voragine si è addirittura generato un piccolo giardino botanico quasi degno di valorizzazione. La strada è rimasta chiusa e percorribile in un senso di marcia poco consono, ovvero quello contrario al consueto senso unico, con conseguenti pericoli per automobilisti e pedoni. La non adeguata chiusura della strada, infatti, ha spesso spinto molti automobilisti, a prova di quanto sia un’arteria fondamentale, ad affrontare la strada nel comune senso di marcia per poi evitare le barriere poste a protezione della voragine, assicurandosi così un tempo di percorrenza verso la propria meta molto più rapido e comodo. Solo mesi dopo si è deciso di rinforzare le barriere, impedendo con decisione il pericoloso traffico a doppio senso su Via Cappella e lo slalom tra le barriere di sicurezza stradale.

Ora, finalmente, arrivano le tanto attese prove dei (primi?) sopralluoghi dei tecnici Acea, accompagnati dal Sindaco Giuseppe Sacco. La popolazione della cittadina ciociara rimane in attesa di ulteriori novità riguardo i lavori sulle condotte e la sistemazione della strada, in vista di una riapertura fondamentale il più presto possibile.

Questo il post apparso il 13 luglio sulla pagina Facebook del Comune di Roccasecca: “Questa mattina, alla presenza del Sindaco Giuseppe Sacco e dei tecnici di ACEA, si è svolto un sopralluogo su Via Cappella nei pressi della zona dove è interdetto il traffico veicolare. ACEA, per il tramite del proprio personale, ha assicurato l’esecuzione dei lavori di ripristino della condotta che ha causato i franamenti e quindi del tratto stradale, a stretto giro. L’amministrazione Comunale intanto prosegue l’imponente opera di messa in sicurezza e bitumazione delle strade comunali, intervenendo sui tratti di propria competenza e su tutto il territorio.” 

Scavalcata la politica del dire, ci è rimasta la politica del fare (vedere). Forse una commistione di entrambe sarebbe l’ideale per fugare ogni dubbio a quei cittadini che per tanto tempo hanno dovuto sopportare il disagio di una chiusura così drastica e “lungimirante”. Lungimirante forse perché, come spesso capita ovunque, le strade si sistemano a meno di un anno dalle elezioni. Chi non ha mai visto le strade tingersi improvvisamente di quell’attraente e fascinoso nero bituminoso, mentre in auto, col piede sull’acceleratore, stava cercando a stento di ricordare dove fosse la sua tessera elettorale?

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. Un mare di risposte che attendono di essere recapitate ai cittadini, almeno quelli più coscienziosi.

Scrivi un Commento

quattordici − 10 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy