Casilina News
Cronaca

Ciociaria, controlli e multe: chi occupa suolo pubblico senza titolo, chi si spoglia in pubblico e chi offende le forze dell’Ordine mentre lo multano

Controlli antidroga a Pontecorvo: 31enne trovato con due piante di canapa indiana

La scorsa serata i Carabinieri della Compagnia di Pontecorvo hanno eseguito controlli su tutto il territorio di competenza, finalizzati a prevenire e reprimere reati contro il patrimonio, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Numerose pattuglie della Compagnia di Pontecorvo, unitamente a personale dell’Aliquota Operativa e Radiomobile, hanno proceduto ad effettuare controlli e perquisizioni personali e veicolari. In particolare sono stati controllati 37 automezzi e identificate 56 persone. Nel corso del servizio i Carabinieri hanno segnalato persone quali assuntori di sostanze stupefacenti, di cui un 26enne ed un 27enne di Morolo, poiché trovati in possesso di esigua quantità di sostanze stupefacenti: grammi 0,4 di “hashish” e grammi 1 di “marijuana”.

Nei confronti di quest’ultimo i militari hanno proceduto altresì al ritiro della patente di guida. Nel medesimo contesto i Carabinieri della Stazione di Pontecorvo hanno denunciato una 45enne dominicana senza fissa dimora che nei centralissimi giardini pubblici di piazza Porta Pia, ha improvvisato uno spogliarello alla presenza di numerosissime persone, tra cui anche minori. I Carabinieri di Aquino hanno deferito un 50enne ed una 27enne residenti in provincia di Udine, entrambi già censiti che, in seguito al controllo della loro autovettura, venivano trovati in possesso di una mazza da baseball lunga circa 50 centimetri, occultata all’interno del bagagliaio.

Inoltre, gli stessi militari hanno proceduto a sanzionare amministrativamente due attività commerciali di Pastena per occupazione di suolo pubblico in assenza di titolo autorizzativo. In particolare i gestori avevano posto cassette di frutta e verdura e tavoli e sedie per ristorazioni sul marciapiede antistante i propri esercizi commerciali;

LEGGI ANCHE – Morolo, azienda non rispetta i protocolli di sicurezza Covid-19: sospesa l’attività

Nel corso della notte dell’11 luglio 2020, i Carabinieri della Stazione di Morolo procedevano al controllo di un 60enne residente in un Comune limitrofo mentre si intratteneva con una meretrice originaria dell’Est Europa. I militari, nel corso della notifica della sanzione amministrativa a carico dei due per inosservanza dell’ordinanza antiprostituzione emessa di recente dal sindaco di Morolo, venivano denigrati e offesi dall’uomo. Quest’ultimo, pertanto, veniva deferito in stato di libertà per “oltraggio a P.U. e avanzata a suo carico proposta di applicazione di misura di prevenzione di rimpatrio con foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre”.

Scrivi un Commento

9 + diciassette =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy