Casilina News
Cronaca

Laurentina, nonostante le misure per il contenimento del Covid-19 un cantiere continuava la sua attività abusiva

Verifiche a contrasto diffusione Covid-19, in zona Laurentina scoperto un cantiere abusivo in piena attività: sequestrata area di 2500 metri quadri. Oltre alla denuncia per illeciti edilizi, scattate le sanzioni per inosservanza regole anti-contagio.

I fatti

Pattuglie del IX Gruppo Eur della Polizia Locale di Roma Capitale, impegnate nei controlli nel quadrante sud della capitale, hanno notato un’area di cantiere con escavatori in piena attività nella zona di Valleranello. Dagli accertamenti è emerso che il cantiere era privo di autorizzazioni e per questo motivo l’intera area di circa 2500 metri quadri è stata sequestrata. Gli agenti hanno proceduto anche al sequestro di tutte le attrezzature e mezzi di lavoro: un uomo di 56 anni, responsabile dei lavori,  è stato denunciato.
Il cinquantaseienne, unitamente alla proprietaria del terreno, sono stati anche sanzionati per violazione delle disposizioni sulla limitazione del contagio da Covid-19. Ulteriori indagini sono tuttora in corso .

LEGGI ANCHE – Laurentina, nervoso al controllo in via dei Corazzieri: 46enne operaio romano era anche un pusher

Nella giornata di ieri sono state oltre 20mila le verifiche eseguite sul territorio capitolino da parte della Polizia Locale, di cui più di 17 mila hanno riguardato gli spostamenti di veicoli e persone a piedi, mentre circa 2500 i controlli nei parchi, giardini presso le attività commerciali.

Scrivi un Commento

cinque × 2 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy