Casilina News
Cultura Curiosità

Fiduciosi e dubbiosi nell’era del web: esiste una giusta via di mezzo?

Il web vive anche di opinioni: il punto sulla situazione attuale

 

Se  Internet rappresenta una fonte di informazione importante, per coloro che ne fanno abitualmente uso è difficile tenere un atteggiamento di selezione e di critica rispetto alla mole di dati e notizie che provengono, di giorno in giorno, dalla Rete.

Da un lato, di certo, l’adesione al web è un fatto di portata nazionale e internazionale decisamente importante e rilevante, come dimostrano alcuni dati di riferimento, quali quelli relativi, nello specifico dell’Italia, al seguito dei social network, i quali – secondo il Report Digital 2019 – parlano di un utilizzo degli stessi da parte di almeno 35 milioni di utenti su 55 milioni totali di coloro che dispongono di un accesso alla Rete.

A fronte di tale successo generalizzato di Internet, va detto anche che gran parte degli utenti si rivolgono al web, oltre che per le possibilità offerte dall’e-commerce e per le interazioni rese possibili dai vari social network, anche per ottenere informazioni sui prodotti, intrattenimento, servizi e quant’altro.

Ne sono una testimonianza le numerose recensioni prodotte dagli utenti stessi nei vari campi del commercio elettronico – dall’abbigliamento al turismo, tanto per fare alcuni esempi di rilievo –  così come anche i pareri diffusi da blog e da portali specializzati nelle più svariate attività.

Tra fiducia e scetticismo: il fenomeno delle recensioni

Ne consegue, di riflesso, un atteggiamento di fiducia e di scetticismo insieme da parte degli utenti interessati, che talvolta non sanno davvero come orientarsi rispetto alla totalità delle informazioni cercate e lette, le quali possono essere, alcune volte, discordanti o comunque non propriamente allineate tra di loro.

Ciò può dipendere, chiaramente, dalla singola esperienza dei naviganti che hanno deciso di scrivere una recensione, ma alcune volte tale fenomeno può nascondere delle insidie sottese, e lo stesso atteggiamento si può estendere anche all’universo delle notizie e dei social network .

Il fenomeno, in generale, è strettamente connesso alla diffusa questione dei “fake”, ovvero dei falsi, che si tratti di notizie dell’ultim’ora – diffuse ad esempio, proprio tramite i social network – oppure proprio di recensioni, magari legate al settore alberghiero, uno tra quelli di maggiore successo per le recensioni online – ma anche uno dei più bersagliati dal fenomeno delle recensioni false – .

Come capire, dunque, se si è di fronte a un’informazione attendibile oppure no, nell’ambito specifico delle recensioni?

Una regola specifica, di certo, non c’è.

Va detto, prima di tutto, che la lunghezza delle opinioni che ci si trova a leggere è piuttosto rilevante: spesso infatti quelle molto brevi, specie se associate a una votazione positiva, potrebbero far pensare a un giudizio poco articolato, così come anche aggettivi particolarmente benevoli possono lasciar intendere un interesse dell’utente scrivente rispetto all’attività recensita.

Importante altresì è verificare la fonte originaria delle recensioni in questione, privilegiando quelle istituzionali, o comunque in qualche modo accreditate.

Si prenda ad esempio un altro tra i settori di traino dell’e-commerce online, ovvero quello del gioco da casinò (che ha fatto registrare nel 2019 una spesa in crescita di oltre 17 punti percentuali, secondo i dati Agimeg). Si tratta di un comparto particolarmente influenzato dal fenomeno dei pareri online, come dimostrano i numerosi portali di comparazione specializzati, nei quali i dubbiosi possono controllare una recensione sul bonus di snai casino o di altri operatori così come anche ottenere delle informazioni sulla sicurezza e sulla necessaria adesione ai parametri di legge.

Anche altri siti e portali specializzati in specifiche attività, dai viaggi fino alla cultura, dall’entertainment fino alla cucina, sono particolarmente influenzati dal fenomeno delle recensioni e dei feedback di vario genere provenienti dagli altri utenti.

Altri modi per tentare di capire la veridicità delle opinioni trovate in Rete

In generale dunque, se Internet propone una così ampia gamma di informazioni, è comunque sempre utile stare attenti alla veridicità dell’informazione cercata.

Come?

Ecco alcune regole, valide in generale per ogni approccio alla Rete.

  • Verificare la credibilità dell’utente – specie in ambito social – e tentare di capire se ci si trova di fronte a un profilo reale o fittizio, come anche a un giudizio imparziale oppure no
  • Controllare sempre più fonti diverse, magari effettuando comparazioni
  • Controllare i dati aziendali del sito al quale si accede o verso il quale si ha interesse, come ad esempio la presenza del codice fiscale e/o della partita Iva, oppure delle licenze di attività
  • In generale, la presenza di indirizzi mail, fisici oppure di moduli di contatto è sempre un segno di affidabilità

Scrivi un Commento

1 × 2 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy