Casilina News
Attualità

Pomezia, le persone sono i colori del mondo: Comune e scuole superiori in piazza per dire NO all’odio

Si è appena concluso il flash mob degli studenti delle scuole superiori di Pomezia per dire NO all’odio, dopo gli episodi di razzismo e discriminazione degli ultimi giorni davanti alle scuole.

Comune e scuole superiori in piazza per dire NO all’odio

“Una piazza bellissima – ha detto il Sindaco Adriano Zuccalà – Vedervi qui oggi così numerosi è la risposta migliore a quanti pensano di poterci intimidire con atti ignobili e vili. Pomezia è una Città che accoglie e non discrimina, è una Città che mette al centro le persone, indipendentemente dal loro sesso, dalla loro religione, dalle loro condizioni economiche e sociali. E’ questo il messaggio che parte da questa piazza, da voi, i cittadini di domani”.

LEGGI ANCHE – Pomezia, progetto di rigenerazione urbana: la Giunta chiede finanziamenti per demolizione ecomostro di Torvaianica

In piazza tutti gli istituti superiori con musiche, canzoni e parole dedicate alla giornata. Accanto al Sindaco, alla Giunta e alla Presidente del consiglio comunale, anche Gabriele Sonnino, sopravvissuto al rastrellamento del Ghetto di Roma.

Scrivi un Commento

17 − uno =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy