Casilina News
Attualità

Psicosi da Coronavirus: falsi allarmi sui social e Whatsapp. Segnalati finti messaggi vocali

Covid Lazio, 2102 casi positivi nel bollettino Coronavirus di oggi: l'aggiornamento del 25 novembre

Dopo che nelle scorse ore lo “Sportello dei Diritti”, ha segnalato il crescere di una psicosi assolutamente infondata su possibili contagi in Europa o in Italia da epidemia da coronavirus che è partita da Wuhan in Cina, sono continuati a correre sui social e soprattutto tramite Whatsapp falsi messaggi di presunti pazienti di origine cinese ricoverati negli Ospedali italiani.

LEGGI ANCHE: Regione Lazio, task force del servizio sanitario per la gestione del Coronavirus: nessun allarme, ma attenzione alta

In particolare sta circolando sulle messaggerie istantanee un messaggio vocale su un presunto contagiato presso il Pronto Soccorso di Lecce. “Nulla di più falso – sottolinea lo “Sportello dei Diritti”, che solo per scrupolo nella persona del suo presidente Giovanni D’Agata, ha effettuato le opportune verifiche a seguito delle quali è stato categoricamente smentito che vi sia un paziente colpito dal virus in questione -.

“Pertanto – conclude la nota – è ora che si interrompano queste catene di Sant’Antonio che creano solo panico senza alcun fondamento di verità anche perché a tutt’oggi le autorità sanitarie nazionali non hanno rilevato alcun caso neanche sospetto”.

Scrivi un Commento

19 + 18 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy