Casilina News
Cronaca

Otto arresti tra San Basilio, Tor Bella Monaca, San Lorenzo, Casilino e Furio Camillo: sequestrate 10.500 dosi tra cocaina, hashish, marijuana e droghe sintetiche

Prosegue senza sosta l’azione di contrasto agli stupefacenti messa in atto dai Poliziotti della Questura di Roma nei quartieri più periferici della città, dove vengono svolti costantemente pattugliamenti e controlli, anche da parte di personale in borghese.

253 le persone arrestate dalla Sesta Sezione dei Falchi e dalla sezione Narcotici della Squadra  Mobile di Roma nel 2019. Le operazioni compiute hanno portato al sequestro di 61 chili di cocaina, 110 chili di hashish e 240 di marijuana. Sequestrati anche decine di chilogrammi di droghe sintetiche, come il famigerato shaboo, nonchè eroina, metanfetamine e 15 pistole.

Nel corso dell’ultima settimana,Falchi della VI Sezione “Contrasto al Crimine diffuso” della Squadra Mobile hanno concentrato i loro sforzi nei quartieri “Tor Bella Monaca”, “S.Basilio” e “San Lorenzo”, presidiandoli anche di notte.

All’esito delle attività sono stati tratti in arresto cinque soggetti, tra italiani e stranieri, e sequestrate circa 500 dosi di cocaina, oltre diecimila dosi di marijuana ed altrettante tra hashish e droghe sintetiche, tra cui 40 grammi di metanfetamina.

La prima attività di polizia ha visto l’arresto di due giovani italiani, residenti a Roma per motivi di studio, ma marchigiani di origine. Gli stessi, entrambi venticinquenni, a seguito di perquisizione domiciliare presso la loro abitazione nel quartiere San Lorenzo, sono stati trovati in possesso di quasi 3 Kg. di marijuana, suddivisa in tre grossi involucri.

Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, dopo essere stati portati presso le camere di sicurezza della Questura, sono stati condotti dinanzi all’Autorità Giudiziaria per essere giudicati con rito direttissimo per il reato di detenzione finalizzata allo spaccio di stupefacenti.

Nella serata di martedì 21 gennaio ad essere colto in flagranza dello stesso reato è stato un romano trentenne, residente nel quartiere di Furio Camillo. Il soggetto, sospettato dai poliziotti di attività illecite in tema di stupefacenti, a tarda notte è stato perquisito presso la propria abitazione dove, occultate dentro un barattolo di pelati, aveva decine di confezioni in cellophane sigillate, contenenti: grammi 24 di cocaina, ripartiti in dosi già pronte per lo spaccio; grammi 5 di ketamina; grammi 35 di metanfetamina, potentissima droga sintetica; grammi 23 di hashish.

Rinvenuti, altresì, bilancini di precisione ed altro materiale presumibilmente funzionale ad un’attività di confezionamento.

Nello stesso giorno, i Falchi della Squadra Mobile hanno catturato a San Basilio e associato presso il carcere di Rebibbia, un ventenne, straniero, destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari presso Tribunale Penale di Roma. La decisione dell’Autorità Giudiziaria è stata assunta perché il soggetto, in pendenza di precedenti misura cautelare dell’obbligo di firma giornaliero presso un ufficio di Polizia di Stato, è stato nuovamente arrestato in flagranza di reato.

Altri due arresti di cittadini stranieri, di 24 e 28 anni, sono stati effettuati dai Falchi presso via dell’Archeologia, nota zona di Tor Bella Monaca interessata da intensa attività di spaccio di stupefacenti.

A seguito di un servizio di osservazione, gli stessi sono stati notati mentre, in pubblica via, ricevevano apparenti richieste da parte di quelli che ai poliziotti sono apparsi “clienti”. Immediatamente bloccati dai poliziotti occultati tra le macchine parcheggiate, sono stati sottoposti a perquisizione personale, che ha consententito di rinvenire, in dosso ad uno, 32 involucri nei quali erano ripartiti circa 20 grammi di cocaina.

Nella serata del 22 c.m è stato arrestato un italiano di trentacinque anni, visto aggirarsi con fare sospetto a bordo della propria autovettura in via Silicella, quartiere Casilino, poco prima della mezzanotte. Perquisito, è stato trovato in possesso addirittura di 88 involucri di cocaina, nella tipica presentazione dello stupefacente pronto da spacciare.

Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, è stato condotto dinanzi al Tribunale Penale per essere giudicato con rito direttissimo.

L’ultima attività quella di ieri, in zona San Basilio, durante la quale è stato arrestato un dominicano dell’86 in possesso di 256 gr di cocaina, divisa in 407 dosi. Lo stesso aveva stupefacenti anche in macchina e a casa sono stati trovati ritagli in cellophane e un bilancino di precisione.

Foto in galleria

Scrivi un Commento

4 + quattordici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy