Casilina News
Attualità

Botti di Capodanno, l’appello del sindaco di Ladispoli

Botti di Capodanno, l'appello del sindaco di Ladispoli

“Comprendo la voglia di festeggiare l’arrivo del nuovo anno ma dobbiamo essere pienamente consapevoli che lo si può fare anche in maniera diversa, senza mettere a repentaglio la propria sicurezza e quella delle altre persone. Per cui mi appello al senso di responsabilità di tutti”.

Così il sindaco Alessandro Grando ha commentato l’ordinanza che, ad eccezione della fascia oraria compresa tra le 23:30 del 31 dicembre 2019 e le 00:30 del 1° gennaio 2020, vieta l’accensione ed il lancio di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici.

Leggi anche -Ladispoli, scoperti 23 lavoratori irregolari: uno di loro percepiva il reddito di cittadinanza

“Il nostro pensiero in questo momento di festa – ha proseguito Grando – deve andare anche alle persone più deboli come i bambini piccoli, gli anziani e le persone affette da patologie e agli effetti negativi che possono causare su di essi i botti di Capodanno. Non dimentichiamo poi gli animali, che accusano in maniera ancora più accentuata i forti rumori e che rischiano di rimanere feriti, o peggio di morire, nel tentativo di fuggire dal pericolo percepito.

Con l’auspicio che questo appello venga recepito e che i festeggiamenti per l’arrivo del 2020 siano solo un momento di festa, auguro buon anno nuovo a tutti i cittadini di Ladispoli”.

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

venti − 7 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy