Casilina News
Cronaca

Frosinone, gestione delle cooperative per i richiedenti asilo: inasprimento dei domiciliari per 4 persone

Roma nasconde auto getta eroina sfuggire Polizia

I militari della Guardia di Finanza di Cassino e gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Cassino, nell’ambito dell’indagine “Welcome to Italy”,  nella mattinata odierna hanno dato esecuzione a misure cautelari personali degli arresti domiciliari (con divieto assoluto di comunicazione telefonica o telematica con persone diverse da quelle conviventi), emesse dal Gip presso il Tribunale di Cassino dott. Domenico Di Croce, su richiesta del Sostituto Procuratore dott. Alfredo Mattei, nei confronti di 4 soggetti, già destinatari della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. e della misura interdittiva del divieto di esercitare attività imprenditoriale.

LEGGI ANCHE: Monte San Giovanni Campano, due giovani trovati in possesso di hashish e marijuana durante un controllo stradale

L’aggravamento delle misure cautelari è stato disposto sulla base degli elementi acquisiti nel corso di indagini riservate che hanno fatto emergere come i prefati soggetti abbiano trasgredito le prescrizioni dell’Autorità Giudiziaria, continuando di fatto a gestire le cooperative operanti nel settore dell’accoglienza dei migranti e dei richiedenti asilo.

Scrivi un Commento

13 − tredici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy