Casilina News
Attualità

Monte Compatri, sequestro di rifiuti speciali. AAP: “Risultato di ampia sinergia”

Monte Compatri, sequestro di rifiuti speciali. AAP: "Risultato di ampia sinergia"

Dopo la notizia del sequestro di rifiuti speciali nella zona di Monte Compatri, l’associazione AAP esprime il suo parere:

Siamo positivamente colpiti dalle notizie che circolano in queste ore. Se c’è un merito per questa importante azione in corso, non è di uno solo, ma di tutti quelli che si sono attivati in questi mesi insieme a noi per denunciare e lamentare in vario modo una situazione dell”aria estremamente critica nelle nostre zone. Questa forte spinta dal basso, dalla gente comune, ha avuto l’ effetto di attivare le Istituzioni che hanno risposto con una serie di azioni ed esposti verso le Autorita’ preposte al controllo.

LEGGI ANCHE – Colonna, nasce l’Associazione Aria Pulita (AAP): particolare attenzione ai temi ambientali anche tra le zone di San Cesareo e Montecompatri

Continuiamo così, restiamo uniti e con i piedi per terra”. L’ AAP commenta con cauta soddisfazione la notizia di un sequestro da parte del Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri di diverse tonnellate di rifiuti speciali presso alcuni impianti industriali nella zona. ” In attesa di conoscere i dettagli su questo blitz delle forze dell’ ordine a cui facciamo i complimenti – afferma il presidente Stefano di Vittorio – , potremmo affermare che questo è il primo grande risultato che premia un lavoro coordinato di Istituzioni e Cittadini di questi ultimi mesi. Nata in modo spontaneo dall’ iniziativa di alcuni residenti di Colonna, l’ Associazione Aria Pulita sta lavorando alacremente per denununciare una situazione critica tra Colonna Laghetto e San Cesareo, premendo sulle Istituzioni e gli Enti preposti alla salute pubblica.

Appena lunedì scorso 28 ottobre, Aria Pulita ha avuto un’audizione in Regione con le Commissioni permanenti di Agricoltura Ambiente Urbanistica e Rifiuti, per denunciare il sospetto di combustioni anomale nei siti industriali dell’area come causa dei maleodori persistenti di bruciato. “All’incontro – racconta il vicepresidente Riccardo Baldini – fortemente voluto e organizzato dal nostro consulente e noto ambientalista Giancarlo Ceci che ringraziamo infinitamente, sono emerse anticipazioni circa un operazione in corso, ma non ci aspettavamo un risultato così immediato.” Al fianco di AAP erano presenti anche Elio Masi, esponente politico pentastellato di M.Compatri, che da lungo tempo da’ battaglia sull’argomento, insieme al presidente del Comitato di Tutela Ambientale di Monte Porzio Luigi Scaramella.

Precedentemente, a fine settembre, l’ Aap aveva incontrato a Colonna, dove gia collabora strettamente con l'”Amministrazione comunale di Fausto Giuliani, anche il Senatore Bruno Astorre insieme al Sottosegretario all”Ambiente Roberto Morassut, che avendo condiviso le preoccupazioni dei cittadini, si erano impegnati ad intervenire concretamente in proposito. Lo stesso, con il sindaco Fabio D’Acuti a Monte Compatri “Non abbiamo tralasciato di parlare con nessuno che ci abbia voluto incontrare – concludono i membri del Direttivo AAP, – Speriamo che questa ottima sinergia fra i tanti attori locali del mondo civile e istituzionale ci porti alla soluzione di questa delicata vicenda in tempi brevi” . ” Siamo consapevoli che il cammino sarà ancora lungo – conclude il Presidente di Vittorio – così come grande sarà l’impegno da spendere per questa causa.

A tale proposito vi ricordiamo l’incontro, del giorno 09.11.19 (di sabato ) presso la sala E. Morante di Colonna alle ore 18, per un dibattito esplicativo e propositivo su tutta la problematica che sta a cuore a tutti noi. Vi aspettiamo!
Di seguito, la locandina dell’evento

Scrivi un Commento

cinque × uno =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy