Casilina News
Cronaca

Roma, aggressione a medico e infermiera del 118: ennesimo episodio di violenza nei confronti di operatori sanitari

Sanità Privata, la protesta per il contratto non va in vacanza: 24 agosto manifestazione davanti alla Prefettura di Roma

AGGRESSIONE A MEDICO E INFERMIERA DEL 118, GARAU (COAS MEDICI): SOLIDARIETA’ PER LE VITTIME, SERVONO PIU’ RISORSE

“Esprimiamo piena solidarietà nei confronti del medico e dell’infermiera del 118 aggrediti la scorsa notte a Roma, ennesimo episodio di violenza nei confronti di operatori sanitari. Crediamo che solo un maggior numero di risorse possa ridurre questi episodi.” E’ quanto dichiara Alessandro Garau, segretario nazionale del sindacato CoAS Medici Dirigenti.

LEGGI ANCHE – Tivoli, ennesima aggressione al Pronto Soccorso. L’azienda: “È emergenza sociale”

“Naturalmente,” specifica Garau. “Trattandosi di un caso psichiatrico, non si può colpevolizzare la paziente, che non è responsabile del proprio comportamento. I pazienti psichiatrici, in fase di scompenso, sono difficili da gestire per imprevedibilità del comportamento: non è insolito che episodi del genere si verifichino nei reparti di ricovero. In questo caso solo maggiori risorse e protezioni per i medici coinvolti in un così delicato settore possono intervenire”.

“Ben diverso – conclude Garau – quando è un paziente responsabile e consapevole ad aggredire un operatore sanitario. In quel caso, è bene che le normative penali facciano la loro parte.”

Scrivi un Commento

nove + 12 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy