Casilina News
Tailorsan
Tecnologia

Il Paese dei telefonini: l’Italia che compra sul web

Il Paese dei telefonini: l'Italia che compra sul web

Dopo i cellulari gli smartphone. un nuovo stile di vita per gli italiani.

Ormai, in Italia come del resto in tutto il mondo è smartphone – mania. Difficile trovare una persona che non abbia un cellulare, come piuttosto facile è invece trovare delle persone che ne possiedono più di uno, magari dedicati a diverse attività della vita che si preferisce tenere su due piani distinti, come nel caso dell’attività lavorativa, spesso separata dalla sfera dei contatti personali. Neanche i minorenni sono esenti da questa nuova realtà di comunicazione, e i motivi sono più svariati: se all’inizio le motivazioni legate all’acquisto di un cellulare per bambini e ragazzi era probabilmente dettato da esigenze prettamente pratiche – come la possibilità di comunicare con i genitori in qualsiasi momento necessario o per interagire con la scuola – oggi sono molti i minori che utilizzano il telefonino per aderire ai vari social e per contattarsi tra di loro, magari tramite i gruppi Whatsapp. Per non parlare, sempre per citare le app di messaggistica, degli appositi gruppi creati dalle mamme e dai papà dei compagni di scuola, per scambiarsi informazioni e per organizzare insieme alcune attività legate alla vita scolastica e al tempo libero dei propri figli. Insomma, ormai non avere un cellulare è impossibile: anche gli anziani più restii al cambiamento tecnologico possiedono, in media, un telefonino, e non avere uno smartphone rende sicuramente più difficoltosa e macchinosa l’interazione col mondo, per tutti.

Alcuni numeri sono utili a chiarire questa tendenza in costante aumento mondiale, e piuttosto importante anche in Italia, indipendentemente dalle condizioni di età, economiche oppure lavorative e sociali.

Si parla infatti, secondo attuali ricerche statistiche di:

  • una penetrazione degli smartphone del 58 per cento tra le persone di oltre 11 anni nei primi anni del Duemila
  • un aumento del dato di cui sopra fino all’80 per cento nel 2006
  • un aumento dell’uso del cellulare di 10 punti percentuali nella fascia 25-44 anni tra laureati
  • un aumento, tra le persone con la licenza elementare o nessun titolo di studio, di oltre 27 punti in percentuale

Ma quali sono i principali campi di utilizzo degli smartphone?

Si passa attraverso vari settori, dall’intrattenimento alle compere.

In entrambi i casi le possibilità sono davvero innumerevoli: i modaioli ad esempio trovano tutto sulle ultime tendenze fashion nei siti specializzati, così come, per chi ama il divertimento sul web, su Internet ci sono recensioni su 888 casino e su altri operatori, così come anche tutorial di ogni genere sulle più disparate passioni, nonché innumerevoli video musicali.

Gli acquisti tramite i dispositivi mobili: un mondo a portata di click 

Internet è dunque al centro della vita degli utenti italiani, e di ogni parte del globo.

Gli acquisti online in particolare sono uno dei maggiori campi che hanno beneficiato della nuova tecnologia, grazie anche alla sempre maggiore diffusione delle app, che spesso propongono prezzi scontati per tutti i settori merceologici interessati, dai libri all’abbigliamento, dagli accessori all’oggettistica per la casa.

In ogni caso l’accesso alla rete, sia tramite smartphone che tramite qualsiasi altro dispositivo mobile, facilita gli acquisti, per innumerevoli motivi: dalla velocità dell’ordine fino, in alcuni casi, a quella di consegna, dalle offerte – tra le quali le spese di spedizione, spesso gratuite – fino a iniziative particolari di scontistica come il famosissimo “Black Friday” e altri.

Senza contare le potenzialità offerte dalle nuove modalità di pagamento online, che si tratti di prepagate oppure di metodi innovativi e sicuri come Paypal.

Insomma: si tratta di fattori che non possono che incentivare questo nuovissimo mercato sul web, fatto anche, talvolta, di decisioni improvvise, magari durante un tragitto in treno, una pausa dal lavoro, una serata con gli amici.

In questi casi infatti, viste anche le pagine sponsorizzate e “targettizzate” dei social network, si può decidere di acquistare un particolare bene, così come magari se ne ha necessità in tempi stretti per questioni lavorative o legate in generale al poco tempo,.

Un settore fatto di numeri incoraggianti, come dimostrano le ultime ricerche, che parlano di un incremento notevole dell’e-commerce: in Italia, le transazioni mobili sono infatti oltre il 40 per cento di quelle totali online, in aumento di sei punti percentuali rispetto agli anni precedenti, con una crescita del 30 per cento, appunto, dovuto agli smartphone.

Scrivi un Commento

4 × quattro =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy