Cronaca

Cisterna di Latina, marito uccide moglie e confessa femminicidio

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram Condividi su Twitter Condividi su Email Condividi su Linkedin
incidente prenestina notte

Il marito della donna di 36 anni, uccisa a Cisterna di Latina, ha confessato il delitto accaduto nel quartiere popolare di San Valentino. Dovrebbe trattarsi di un caso di femminicidio, così come è accaduto diverso tempo fa, dove un carabiniere sparò a sua moglie, sempre a Cisterna di Latina.

Cisterna di Latina, marito confessa l’uccisione della moglie

Dopo i primi sospetti, il colpevole ha confessato l’uccisione di sua moglie. Il femminicidio è avvenuto a Cisterna di Latina, più precisamente nel quartiere di San Valentino.

Stando alle prime indiscrezioni, la coppia da diverso tempo era in fase di tensione e, dopo l’ennesima lite, il marito avrebbe massacrato di botte la moglie, colpendola ripetutamente e provocandogli ferite sul volto e sulla testa.

L’uomo, dopo l’omicidio, sarebbe andato in tutta tranquillità a lavorare, come se niente fosse accaduto. A ritrovare il corpo della donna sarebbe stata la figlia di dieci anni.

Spaventata, avrebbe allertato il padre che, a sua volta, avrebbe chiamato il fratello per andare a controllare la situazione. Avvertite le Forze dell’Ordine, l’uomo avrebbe negato il tutto, parendo anche disperato. Dopo diverse ore di interrogatorio, però, l’aggressore avrebbe confessato il tutto.