Casilina News
Cronaca

Prati, cuoco sorpreso con ingredienti stupefacenti: i Carabinieri procedono all’arresto

Un ragazzo di 31 anni, originario di Bolzano e già conosciuto alle forze dell’ordine, da qualche tempo residente a Roma dove svolge la professione di cuoco, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Prati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti a seguito di un controllo scattato nella serata di ieri in via Crescenzio.

I militari lo hanno fermato mentre era alla guida della sua utilitaria: l’eccessivo nervosismo palesato all’atto del controllo ha indotto i Carabinieri ad approfondire le verifiche, durante le quali il 31enne è stato trovato in possesso di 152 capsule rivestite e 48 compresse – tra barbiturici e anfetamine – contenute in bustine trasparenti. Dalle sue tasche, sono spuntati anche 1.550 euro in contanti, ritenuti provento della sua illecita attività di spaccio.

Nel corso della perquisizione del veicolo, i Carabinieri hanno rinvenuto un bastone telescopico – che gli è valso anche una denuncia a piede libero per porto di armi od oggetti atti ad offendere – e due “grinder”, ovvero delle scatole metalliche dotate al loro interno di chiodi o piccoli dentini metallici che servono per frantumare vegetali – in genere utilizzate dai pusher o dagli assuntori di droghe per sminuzzare la marijuana – oltre ad una modica quantità di hashish.

Tutto il materiale e la droga sono stati sequestrati mentre il cuoco è stato portato nel carcere di Regina Coeli.

Scrivi un Commento

tre × tre =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy