Casilina News
Tailorsan
Cronaca

Monteverde, incurante del divieto di avvicinamento ai genitori tenta comunque di raggiungerli e minaccia un uomo con un cacciavite

I Carabinieri della Compagnia di Anagni stanno cercando di individuare il canale di approvvigionamento dello stupefacente

I Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese hanno arrestato un 35enne romano, senza occupazione e già noto alle forze dell’ordine, con le accuse di tentato omicidio, atti persecutori, minacce aggravate, danneggiamento aggravato e porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere.

I fatti

Ieri notte, l’uomo, già sottoposto al divieto di avvicinamento ai genitori per precedenti episodi di violenza, ha raggiunto il loro condominio, in via Giuseppe Parini, e, dopo aver forzato il portone dello stabile con un grosso cacciavite, ha tentato di raggiungere il padre e la madre sull’uscio di casa, minacciandoli pesantemente. L’azione dell’uomo è stata interrotta dalle grida di un 44enne che lo ha richiamato perché, rientrando a casa a bordo della sua auto, ha trovato la strada sbarrata dall’auto del 35enne, lasciata incustodita al centro della carreggiata.

A seguito del richiamo ricevuto è scoppiata una violenta discussione tra i due, durante la quale il 35enne si è scagliato contro il 44enne, cercando di colpirlo con il cacciavite che aveva con se, sferrando numerosi fendenti all’altezza del collo e del petto, non riuscendo fortunatamente a colpirlo.

Il 44enne è riuscito ad allontanarsi ed in quel momento sono giunti i Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese che, allertati tramite il 112, hanno bloccato e disarmato il 35enne.

Il grosso cacciavite è stato sequestrato mentre l’arrestato è stato portato in carcere a Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Scrivi un Commento

due + venti =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy