Casilina News
Cronaca

Prima Porta e Formello, quattro italiani arrestati per spaccio di droga, tra cui due fratelli

Macchina Carabinieri

Sei persone sono state arrestate dai Carabinieri nelle zone di Prima Porta e Formello. Si tratta di 4 italiani e 2 egiziani.

QUATTRO ITALIANI ARRESTATI PER SPACCIO

I Carabinieri della Compagnia Cassia hanno arrestato due fratelli per possesso e spaccio di sostanze stupefacenti. I due sono stati notati in atteggiamento sospetto nei pressi della loro abitazione, e si sono mostrati infastiditi dalla presenza dei militari. Le forze dell’ordine hanno dunque deciso di perquisire l’abitazione, nonostante l’atteggiamento dei due fratelli, che hanno iniziato a spintonare i Carabinieri nel tentativo di non farli entrare. All’interno dell’abitazione sono stati trovati diversi grammi di cocaina pronti per la vendita. I fratelli sono quindi stati arrestati per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il terzo arrestato è un 63enne italiano, incarcerato a Rebibbia per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo dovrà scontare la pena residua di 1 anno e 10 mesi di reclusione.

Il quarto arrestato per spaccio è un 45enne italiano. L’uomo è stato sorpreso dai Carabinieri durante un controllo stradale con alcuni grammi di hashish ben nascosti nei suoi vestiti. I militari hanno in seguito perquisito la sua l’abitazione, dove sono stati trovati ulteriori grammi della stessa sostanza, nascosti nella sua camera da letto. L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

DUE EGIZIANI ARRESTATI PER FALSE ATTESTAZIONI SULL’IDENTITÀ

Due cittadini egiziani di 33 e 29 anni hanno fornito false generalità ai militari e sono stati arrestati per il reato di false attestazioni sull’identità a pubblico ufficiale. I Carabinieri hanno indagato e sono arrivati alla vera identità dei due, che sono dunque stati arrestati. I due si trovano in caserma, dove saranno trattenuti in attesa del rito direttissimo.

Scrivi un Commento

11 − sette =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy