Casilina News
Teatro

Carpineto Romano e Priverno, in scena Cuor di favola: la fiaba classica raccontata ai più piccoli

Si prepara un fine settimana dedicato ai più piccoli sui Monti Lepini grazie al doppio appuntamento con lo spettacolo “Cuor di favola”, prodotto da Teatro Scientifico – Teatro Laboratorio di Verona, in scena a Priverno e Carpineto Romano.

“CUOR DI FAVOLA”: LA FAVOLA CLASSICA RACCONTATA AI PIÙ PICCOLI IN SCENA A PRIVERNO E CARPINETO ROMANO

Sabato 23 febbraio alle 17.30 sarà rappresentato presso il Teatro Comunale di Priverno, all’interno di “Famiglie a teatro”, la stagione di teatro ragazzi inserita tra i progetti di Matutateatro – Officina Culturale dei Monti Lepini, con il sostegno della Regione Lazio e la collaborazione del Comune di Priverno.

Domenica 24 febbraio, alle 17.30, lo spettacolo farà tappa invece a Carpineto Romano, presso l’Auditorium Leone XIII, all’interno della stagione teatrale promossa e sostenuta da A.T.C.L. – il Circuito Multidisciplinare di promozione, distribuzione e formazione del pubblico per lo spettacolo dal vivo nella Regione Lazio – e Comune di Carpineto Romano, con il patrocinio della Compagnia dei Lepini e la collaborazione di Matutateatro.

Un viaggio nelle favole di Esopo e Fedro in scena sabato 23 febbraio all’interno della stagione “Famiglie a teatro” di Priverno e domenica 24 a Carpineto Romano

Interpretato da Isabella Caserta (che ne cura anche la regia), Francesco Laruffa, Alberto Novarin e Andrea Pasetto, “Cuor di favola” racconta ai più piccoli la favola classica. Il pubblico viene condotto nel mondo delle favole di Esopo e Fedro dalla narrazione degli attori e dall’uso di musica, video e maschere realizzate da Mariana Berdeaga e Roberto Vandelli.

Il pensiero antico si fa guida del presente per raccontare, al giovane spettatore e non solo, l’uomo attraverso il variopinto mondo animalesco nel quale pare rispecchiarsi tutta l’umanità.

La prepotenza, l’astuzia, l’ipocrisia, l’ingordigia, la vanagloria, il servilismo, la ferocia, la vanità, l’avidità, la saggezza etc. trovano espressione allegorica nel leone, nel lupo, nella volpe, nel cane, nel pavone, nell’asino, nella lepre, nel coniglio, nella tartaruga… Non c’è animale domestico e selvatico che non figuri nella galleria di Esopo e Fedro. Durante lo spettacolo vengono proiettati particolari di quadri (in cui sono presenti animali) custoditi nella Pinacoteca del Museo di Castelvecchio di Verona.

Un appuntamento che promette di incantare bambini, ma anche adulti, per un pomeriggio all’insegna della famiglia e del buon teatro.

Biglietto unico: € 5. E’ consigliata la prenotazione al numero 3286115020

Scrivi un Commento

cinque × quattro =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy