Casilina News
Tailorsan
Attualità

Memoria, Mattia: “Modifichiamo subito lo Statuto Regionale per affermare il valore dell’antifascismo”

cave femminicidio mattia
“Cambiamo subito lo Statuto della Regione Lazio per introdurre, al suo interno, un espresso riferimento al valore dell’antifascismo. La nostra Regione deve fondarsi sui valori della Resistenza al nazismo e al fascismo e sugli ideali di libertà e unità nazionale del Risorgimento e deve basarsi sui principi e i diritti sanciti dalla Costituzione italiana e dall’Unione europea; consapevole del proprio patrimonio. Tutti dobbiamo batterci ogni giorno, oggi più che mai, affinché la Memoria non si limiti alle commemorazioni ma diventi sempre più stimolo per crescere e migliorare”
Lo dichiara Eleonora Mattia (PD), presidente della IX Commissione consiliare pari opportunità, politiche giovanili e istruzione.
“E’ con questo obiettivo che ho presentato in Consiglio Regionale una mozione, e presenterò domani una proposta di legge di modifica, per introdurre nello Statuto l’espresso riferimento al valore dell’antifascismo. In una fase storica in cui negli stadi, per le strade e nei comportanti di tutti i giorni assistiamo ad un crescendo di odio razziale e di violenza, ritengo fondamentale che l’aula della Pisana si esprima in modo netto con un atto che condanna, una volta per tutte, le svastiche sui manifesti elettorali di Esterino Montino; il saluto romano nella foto di ragazzi del liceo “Socrate” di Roma; le visite delle amministrazioni comunali di Anzio e Nettuno al Campo della Memoria dove sono sepolti i caduti della X MAS e delle altre forze della fascista Repubblica sociale italiana; la manifestazione fascista che ha accolto uomini, donne e bambini della Nave Diciotti al centro Mondo Migliore di Rocca di Papa; il furto delle pietre d’inciampo nel quartiere Monti di Roma; il post della Consigliera comunale di Lanuvio a celebrare Benito Mussolini come personaggio che ha scritto 20 anni di storia italiana; la scelta del comune di Nettuno di affidare a Pietro Cappellari l’organizzazione delle celebrazioni dello sbarco di Anzio”

Scrivi un Commento

10 − nove =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy