Casilina News
Calcio

Virtus Divino Amore, Galeotti: “Col Time Sport abbiamo perso due punti”

virtus divino amore Time Sport

Terzo risultato utile consecutivo per la Prima categoria della Virtus Divino Amore.

I ragazzi di mister Andrea Fagiolo hanno pareggiato 3-3 sul campo del Time Sport Roma Garbatella, un pari che ha fatto seguito alla vittoria precedente sul Lanuvio Campoleone e all’altro pareggio esterno col Marino. Ma qualche rimpianto per il match di domenica scorsa è rimasto come si capisce bene dalle parole di Armando Galeotti, difensore classe 1997.

«Per come si era messa la partita sono due punti persi, considerato che gli avversari ci hanno raggiunto a pochi minuti dal 90esimo. Il primo tempo era stato abbastanza equilibrato e si era concluso sullo 0-0, poi nella ripresa è accaduto di tutto: siamo andati sotto quasi subito, ma per fortuna siamo riusciti a pareggiare immediatamente con un mio cross che è finito in porta – sorride il giocatore – Successivamente siamo andati in vantaggio con una rete di Stefano Trevisani, subendo il 2-2 su calcio piazzato e poi tornando avanti con un gol di Salveta ancora sugli sviluppi di una palla inattiva. Purtroppo nel finale è arrivata una bella giocata avversaria che è valsa il 3-3».

La Virtus Divino Amore rimane ancora nelle parti basse della classifica, ma sembra in ripresa. «E’ ancora presto per dire che il momento peggiore è alle spalle – vola basso il giovane difensore – Dobbiamo pensare semplicemente partita dopo partita e cercare di fare il massimo, credo che per la lotta salvezza si deciderà tutto alla fine del campionato e quindi siamo consapevoli di dover stringere i denti: sono convinto che gli scontri diretti potranno recitare un ruolo fondamentale».

Uno di questi arriverà domenica con gli ardeatini che ospiteranno la Clembofal, la quale sopravanza di tre punti la Virtus Divino Amore. «Non li conosco, ma dobbiamo cercare di muovere ancora la classifica. Finora in casa non ci siamo espressi benissimo, ma conta solo fare punti contro qualsiasi avversario» sottolinea Galeotti che, nonostante la giovane età, è uno degli elementi “storici” di questo gruppi.

«Credo che questo sia il mio nono anno qui tra settore giovanile e prima squadra, dove gioco da cinque o sei stagioni. In estate ho seguito la vicenda della possibile non iscrizione da vicino e c’è da ringraziare il lavoro fatto da tutta la dirigenza per non aver fatto scomparire questo storico club e avergli pure permesso di continuare qui al “Millevoi”, ma un grazie va anche al nostro ex mister Paolo Lattanzio il quale ha accettato di prendere una squadra che ha cominciato in grandissimo ritardo e che all’inizio era davvero molto giovane.

Ora, grazie anche ai ritocchi operati dalla società e al lavoro che stiamo facendo con mister Andrea Fagiolo, il gruppo è più competitivo e tocca a noi ottenere la salvezza».

Scrivi un Commento

9 + 8 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy