In primo piano fiume Sacco

Pubblicato il 15 febbraio 2016 | da Redazione

0

Colleferro, il ponte sul fiume Sacco utilizzato come una discarica (FOTO e VIDEO)

Condividi

A Colleferro, il quartiere noto come Scalo è sempre stato oggetto di aspri dibattiti. Una nostra inchiesta ha fatto luce su quello che c’è nella zona sottostante il ponte sul fiume Sacco, utilizzata come una vera e propria discarica a cielo aperto

Alla fine di questo articolo potete trovare le immagini e un video che dimostra cosa c’è oltre il parapetto in muratura del ponte sul fiume Sacco, in via Romana. Un corso d’acqua già tristemente noto poiché utilizzato per gli sversamenti tossici nel corso degli anni.

La persistente incuria del canale ha prodotto come primo ed evidente risultato la caduta degli alberi nelle vicinanze degli argini. Tronchi e rami sono stati trasportati dalla corrente finendo per ostruire il letto stesso del fiume e devastare le recinzioni delle proprietà limitrofe. Inoltre, il corso del torrente è stato deturpato da rifiuti gettati dalle persone: una vera e propria discarica abusiva.

Per gli abitanti del quartiere e i pendolari che quotidianamente “vivono” lo Scalo, si tratta di un degradante spettacolo a cui sono ormai abituati e rassegnati. Invece, per chi mette piede per la prima volta a Colleferro, il biglietto da visita è deprimente.

Il parapetto in mattoni è basso e basta sporgersi per vedere l’immondizia accumulatasi nel tempo al di sotto del fiume Sacco. I rifiuti presenti nella discarica vanno dalle bottiglie in plastica alle confezioni del latte, dalle buste di cellophane alle vaschette in polistirolo, fino ai secchi in plastica e cartacce varie, oltre che un ombrello ricoperto dal ghiaccio per via delle ultime basse temperature.

In caso di un’eventuale esondazione del fiume Sacco, ci si chiede se questi rifiuti possano rappresentare un ulteriore rischio per Colleferro. Ricordiamo che in passato il corso del fiume è già esondato e con i cambiamenti climatici l’intensità della pioggia è aumentata a dismisura.

Voi cosa ne pensate di questa situazione che perdura ormai da anni? Condividete con noi le vostre opinioni.


Condividi

Tags: , , , ,


Notizie sull 'autore

Redazione

Indirizzo e-mail: info@casilinanews.it per inviare segnalazioni, proposte di pubblicità, comunicati, proposte di collaborazione e chiedere qualsiasi informazione: cerchiamo di rispondere a tutti nel più breve tempo possibile. Meglio se nel titolo è specificato lo scopo dell'e-mail. Per comunicati da parte di chi organizza eventi e gestisce associazioni senza fini di lucro, pubblichiamo gratuitamente. Gli altri possono richiedere il nostro listino prezzi e servizi. Se vuoi promuovere un evento o la tua attività, scrivici!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑
  • Seguici su Facebook


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi