Cronaca I Carabinieri del NORM deferivano un 69enne di Anagni, già censito per analoghi reati e reati contro la persona, per “guida in stato di ebbrezza alcolica” poiché, coinvolto in un incidente stradale in via Casilina, risultava positivo all’accertamento alcolemico con tasso di 1,13 g/l.. Nel medesimo contesto operativo i militari operanti hanno effettuato proposta per l’applicazione della misura di sicurezza del rimpatrio con foglio di via obbligatorio nei confronti di un 35enne rumeno ed un 36enne residente nel napoletano, già censiti per reati contro il patrimonio e la persona, che non erano in grado di giustificare la propria presenza nell’ambito della giurisdizione della Compagnia. Inoltre, in ottemperanza delle ordinanze emesse dai comuni di Ferentino e Morolo per contrastare il fenomeno della prostituzione per strada, venivano elevate contravvenzioni, dell’importo di euro 50,00, nei confronti di sei meretrici.

Pubblicato il 6 Dic 2018 | da Mirco Calvano

0

Piglio, furti e danneggiamento di abitazione. In manette un 35enne

Condividi

Nella serata di ieri, la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Anagni riceveva delle segnalazioni da parte di residenti nel comune di Piglio che avevano notato degli individui aggirarsi con fare sospetto nella zona bassa del piccolo centro.

In particolare, un cittadino riferiva altresì di aver notato la rete di recinzione della propria abitazione tagliata ed un altro, rientrato in casa dopo una giornata di lavoro, di aver subito durante la sua assenza il furto in abitazione di monili in oro e dell’autovettura di proprietà.

L’immediato intervento sul posto e le accurate ricerche effettuate dal personale del NORM, con l’ausilio di diverse pattuglie del suddetto Comando Compagnia, permettevano di intercettare un 35enne di origine albanese (già censito per reati contro il patrimonio), residente nell’hinterland napoletano, alla guida di un’autovettura, il quale alla vista dei militari tentava di fuggire, venendo però poco dopo bloccato. Sull’auto, priva di copertura assicurativa e revisione, e pertanto sottoposta a sequestro, gli operanti rinvenivano altresì vari arnesi atti allo scasso.

Gli ulteriori accertamenti svolti sul conto dell’uomo, permettevano di appurare che lo stesso si identificava in P. B., classe1983, e che risultava destinatario di un Decreto di Fermo di indiziato, datato 17 settembre 2012, emesso dall’Autorità Giudiziaria di Santa Maria Capua Vetere (CE) per i reati di “associazione per delinquere finalizzata ai furti in abitazione”, “ricettazione” ed “estorsione”.

Al termine delle formalità di rito, l’uomo veniva quindi tratto in arresto poiché destinatario del suddetto provvedimento nonchè dei reati di danneggiamento e furto in abitazione e tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone.

Le ricerche dei complici protrattesi per tutta la notte davano esito negativo.


Condividi

Tags: , , , , ,


Notizie sull 'autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × quattro =

Torna su ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi