Casilina News
Tailorsan
Cronaca

Monterotondo, rapinatore dell’ufficio postale arrestato grazie alle telecamere: era tornato dalla famiglia

Esquilino. Sorpreso a rubare, tenta la fuga calandosi dal tetto del supermercato: 23enne arrestato dopo l'inseguimento

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Tivoli, un italiano di 46 anni, da tempo residente a Monterotondo e già noto alle Forze di Polizia, per rapina aggravata.

MONTEROTONDO – RAPINO’ UFFICIO POSTALE, ARRESTATO DAI CARABINIERI GRAZIE AL “GRANDE FRATELLO”

In prossimità dell’orario di chiusura, lo scorso 29 ottobre, l’uomo,  armato di coltello, si era introdotto all’interno dell’ufficio postale della centralissima via Garibaldi e aveva minacciato gli addetti alle casse, facendosi consegnare la somma di oltre 2000 euro. Subito dopo, si allontanava a piedi facendo perdere le proprie tracce tra i vicoli del centro storico.

Decisiva la videosorveglianza

Le indagini e, soprattutto, l’analisi delle immagini acquisite dall’impianto di videosorveglianza dell’ufficio, hanno consentito ai Carabinieri di raccogliere gravi e determinanti indizi a carico del malvivente, che nel frattempo aveva raggiunto la propria famiglia in Abruzzo, ove è stato poi rintracciato e arrestato.

L’uomo, al termine degli adempimenti di rito, è stato portato in carcere a Teramo, a disposizione dell’A.G. di Tivoli.

Scrivi un Commento

2 + 7 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy