Cronaca Sgurgola, cane ucciso da cacciatori: in passato avevano ucciso anche i gatti della stessa famiglia

Pubblicato il 6 novembre 2018 | da Redazione

0

Sgurgola, cane ucciso da cacciatori: in passato avevano ucciso anche i gatti della stessa famiglia

Condividi

Quella che segue è una lettera/testimonianza che ci è pervenuta e riguarda una situazione tragica avvenuta a Sgurgola, in provincia di Frosinone. Stando a quanto riportato, alcuni cacciatori avrebbero ucciso animali di una famiglia. Noi riportiamo il testo premettendo che la denuncia è nei confronti soltanto di quei cacciatori che non rispettano le regole. Queste le loro parole:

Una domenica da incubo come tutte quelle che ci sono a casa mia dal momento che inizia la caccia. Spari ravvicinati da prima dell’alba, passaggio di auto sui prati e sulle proprietà private, mute di cani senza controllo che arrivano e fanno danni.

Domenica 21 ottobre è stato peggio del solito, mio marito tagliava l’erba, i vicini raccoglievano le olive, altri vicini erano venuti da Roma per godersi la giornata estiva : ho pensato che i cacciatori sarebbero andati via in quanto non.sussistevano assolutamente le distanze di sicurezza, invece mi sbagliavo , anzi erano ancora più prepotenti del solito. TUTTI I PRESENTI LI HANNO INVITATI PER LO MENO A SPOSTARSI IN UN LUOGO PIÙ SICURO ricevendo solo risate come risposta. In questi casi io il mio cane non lo faccio uscire, ho paura che si divertano a fare tiro al bersaglio, purtroppo già in passato mi hanno ammazzato dei gatti, però era mezzogiorno passato , eravamo tutti fuori , ho pensato che non si sarebbero permessi con noi fuori di fargli del.male. non ho finito di fare questo pensiero che sento guaire il mio Leo in.un modo che gelava il sangue. Sono corsa col cuore in gola, appena fuori il cancello , giaceva incapace di alzarsi. Mi sono guardata in giro , fino a pochi minuti prima c’erano tre persone armate per l’appostamento , forse avevano visto qualcosa ! Dileguati! Poi la corsa in clinica a Roma , Leo è grave , gli hanno fracassato il bacino , reni e vescica , probabilmente un grosso colpo inferto o intruppato con la macchina.

Ora posso dire con certezza che sulla mia strada che è comunale ma sterrata con.buche profonde non passa nessuno. Nell’arco di quei.pochi minuti era presente solo l’auto della squadra di cacciatori, cosa è successo? A chi ha dato fastidio un cane di casa buono come il pane? E soprattutto, noi da chi siamo tutelati visto che chiamo tutte le domeniche le forze dell’ordine ma.non.intervengono mai perché dicono che hanno centinaia di chiamate tutte per lo stesso motivo: i cacciatori!


Condividi

Tags: ,


Notizie sull 'autore

Redazione

Indirizzo e-mail: info@casilinanews.it per inviare segnalazioni, proposte di pubblicità, comunicati, proposte di collaborazione e chiedere qualsiasi informazione: cerchiamo di rispondere a tutti nel più breve tempo possibile. Meglio se nel titolo è specificato lo scopo dell'e-mail. Per comunicati da parte di chi organizza eventi e gestisce associazioni senza fini di lucro, pubblichiamo gratuitamente. Gli altri possono richiedere il nostro listino prezzi e servizi. Se vuoi promuovere un evento o la tua attività, scrivici!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 4 =

Torna su ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi