Attualità

Odore di bruciato in cabina durante il volo: atterraggio di emergenza

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram Condividi su Twitter Condividi su Email Condividi su Linkedin
Sindaci Ciampino e Marino scrivono ai Ministeri dell'Ambiente e dei Trasporti

Un aereo della compagnia tedesca Lufthansa proveniente da Monaco ha effettuato questa mattina un atterraggio in condizioni di emergenza all’aeroporto di Ginevra, dopo che il pilota aveva segnalato odore di bruciato in cabina.

L’allarme è scattato un quarto d’ora prima dell’orario previsto per l’arrivo e l’apparecchio, del tipo Bombardier CRJ 900,  «si è posato sulla pista senza problemi», ha detto la portavoce dell’aeroscalo Taline Abdel Nour. A bordo vi erano 38 passeggeri e quattro membri dell’equipaggio, rimasti tutti incolumi. Sono intervenuti i vigili del fuoco e il velivolo è poi stato trainato fuori dalla pista, che è rimasta chiusa per una ventina di minuti.

L’incidente ha provocato ritardi nel traffico aereo. L’allarme, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” è scattato a causa di “odore di bruciato” all’interno della cabina di pilotaggio. Ma si è trattato solo in un guasto tecnico e non di un incendio. Il team della manutenzione è al lavoro per stabilirne la causa.