Casilina News
Lavoro

Servizio Civile, arriva il nuovo bando da Acli Roma: 19 i posti

Segni Gavignano Gorga Montelanico servizio civile 2020

Sono 19 i posti messi a disposizione dalle ACLI di Roma e provincia nell’ambito del nuovo bando per il Servizio Civile Nazionale 2019. Possono partecipare i giovani con età compresa tra i 18 e i 29 anni non compiuti contattando la Segreteria delle ACLI di Roma (tel. 06/57087028; mail: info@acliroma.it), che fornirà tutte le indicazioni necessarie alla presentazione della domanda.

È possibile presentare le domande di partecipazione entro e non oltre il 28 settembre 2018.

Sono 6 i progetti proposti dalle ACLI della Capitale, in particolare:

È COME ESSERE IN FAMIGLIA (6 volontari), si pone come obiettivo quello di migliorare le condizioni economiche e sociali delle famiglie residenti nei territori interessati e di ridurne le condizioni di vulnerabilità. I volontari saranno coinvolti nell’organizzazione di gruppi di acquisto solidale, di eventi di comunità, di laboratori artistico-ricreativi e di percorsi formativi e informativi rivolti alle famiglie.

IMPARIAMO AD IMPARARE (4 volontari), si propone di promuovere attività di animazione culturale per i minori, contrastando la lotta all’evasione e all’abbandono scolastico.

ORA CHE SAPPIAMO (1 volontario), promuove azioni di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, partendo dai contesti educativi principali per rivolgersi ai giovani tra i 15 e i 19 anni.

INSIEME IN VIAGGIO (2 volontari), mira a promuovere e realizzare un’offerta moderna e qualificata di turismo sociale, valorizzando la rete dei Centri di Turismo delle ACLI (CTA).

TUTTI IN MOVIMENTO (2 volontari), si prefigge di proporre un programma su scala nazionale di contrasto e prevenzione del fenomeno dell’abbandono sportivo. Ha come obiettivo la diffusione delle pratiche sportive dedicate all’integrazione sociale delle persone appartenenti alle fasce più deboli della società.

GUAI A CHI SPRECA (4 volontari), ha l’obiettivo di mettere in moto un circuito di sensibilizzazione e attivazione rispetto al recupero e distribuzione delle eccedenze di panificazione al fine di offrire un supporto materiale alle persone e alle famiglie con problemi di povertà alimentare.

“Il Servizio Civile – dichiara Lidia Borzì, presidente delle Acli di Roma e provincia – rappresenta un’esperienza di crescita importante, con un doppio significato e che ci richiama ad una grande responsabilità. Se da una parte questo anno permette ai giovani di scoprire il mondo della solidarietà e di viverla direttamente e concretamente, dall’altra questi ragazzi, grazie al Servizio Civile, si avvicinano al mondo del Lavoro e a percorsi di partecipazione civica e di cittadinanza attiva. Le Acli di Roma da anni si avvalgono del prezioso contributo di questi ragazzi anche per rafforzare il proprio impegno sul territorio accanto alle categorie più fragili della nostra città per portare nella comunità quei semi di speranza e misericordia che possano dare frutto anche e soprattutto oltre il termine dell’anno di servizio prestato”.

Scrivi un Commento

dodici + 9 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy