Casilina News
Cronaca

Controlli a Pontecorvo, Ausonia, Esperia e Pico: arrestati 2 minori e denunciate 9 persone

colleferrro evade domiciliari arrestata

Nella mattinata odierna, in Pontecorvo, i militari della locale Stazione traevano in arresto due minori di nazionalità egiziana (con precedenti penali per reati contro il patrimonio), già dimoranti presso una Cooperativa sociale della zona, in esecuzione dell’Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Roma, poichè resisi responsabili di tentata estorsione.

L’Ordinanza scaturisce da un’indagine sviluppata dai militari operanti a seguito di una denuncia formalizzata lo scorso mese di giugno, da parte di un operatore della Cooperativa ove gli stessi dimoravano precedentemente. Nello specifico, i due arrestati, in concorso con altri due ospiti, tentavano di estorcere del denaro all’operatore, minacciandolo di procurargli lesioni in caso di rifiuto. I prevenuti, al termine delle formalità di rito, sono stati tratti in arresto ed associati presso due distinti Centri di accoglienza con sede nella capitale.

Nella mattinata odierna, in Ausonia, i militari della locale Stazione deferivano in stato di libertà  sei persone del luogo, incensurate (un 64enne, un 63enne, una 59enne, un 52enne, un 46enne, e un 24 enne), poiché ritenute responsabili di “furto aggravato in concorso tra loro”. Gli accertamenti svolti dagli operanti, coadiuvati da personale della Società “Acea Ato 5”, permettevano di verificare che i prevenuti, appartenenti a due diversi nuclei familiari, sottraevano abusivamente l’acqua dalla rete pubblica mediante l’installazione di un raccordo in luogo del contatore e, nel secondo caso, manomettendo il contatore previa rimozione dei sigilli apposti precedentemente per morosità. Tale operazione fraudolenta aveva consentito loro di beneficiare gratuitamente del servizio pubblico.

Nella mattinata odierna, in Esperia, i militari della locale Stazione a conclusione di indagini deferivano in stato di libertà un 37enne di Napoli, poiché ritenuto responsabile del reato di “truffa”. Il predetto, al fine di procurarsi un ingiusto profitto, aveva pubblicato su di uno specifico sito internet un annuncio relativo all’affitto, per il periodo estivo, di una casa vacanza nel comune di Gaeta (LT); lo stesso, induceva con artifizi e raggiri un 48enne del luogo alla prenotazione dell’affitto e al versamento anticipato della somma di euro 130,00, per poi far perdere le proprie tracce.

Nella mattinata odierna, in Ausonia, i militari della locale Stazione, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, finalizzato alla repressione dei reati ambientali, deferivano in stato di libertà un 28enne del luogo (con precedenti per detenzione illecita di munizionamento), poiché ritenuto responsabile del reato di “abbandono incontrollato di rifiuti pericolosi”. Gli operanti, a seguito di un sopralluogo effettuato presso l’abitazione dello stesso, accertavano che due aree, di complessivi 1100 mq circa, erano state adibite a discariche abusive essendovi stoccati, a contatto con il suolo, rifiuti speciali consistenti in pneumatici, batterie di mezzi, bidoni vuoti e diverso materiale ferroso con parti di meccanica e di carrozzeria. Le aree venivano sottoposte a sequestro preventivo.

Nella decorsa serata, in Pico, i militari della locale Stazione deferivano in stato di libertà un 69enne del luogo, poiché ritenuto responsabile del reato di detenzione abusiva di munizionamento”. I militari operanti infatti, a seguito di accurata perquisizione domiciliare presso l’abitazione dello stesso rinvenivano e sequestravano complessivamente n. 78 cartucce di vario calibro abusivamente detenute.

Scrivi un Commento

3 × 2 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy