Casilina News
Attualità

Un tuffo al chiaro di luna nel lago Albano di Castel Gandolfo sabato 4 agosto

Lago di Albano e forze dell'Ordine in TV: quando vedere il servizio dedicato ai lavori svolti

Passare un sabato sera diverso dal solito? Sabato 4 agosto evento unico sulla spiaggia dello stabilimento LagoLandia Beach al Lago Albano di Castel Gandolfo in provincia di Roma. La manifestazione “Bagno in Notturna – Un Lago d’Amare” apre i battenti a tutti coloro che vorranno passare un pomeriggio e una serata d’estate in maniera divertente e spettacolare e vivere la bellissima esperienza di un bagno di notte. Tante le iniziative in programma a partire dalle ore 18, con animazione per bambini, intrattenimento musicale e tanti altri eventi culturali e sociali.

Due invece gli appuntamenti previsti dopo cena: un bagno nel lago intorno alle ore 22 aperto a tutti coloro (bambini e adulti) che vorranno approfittare di questa occasione unica per un tuffo in totale sicurezza e al chiaro di luna; alle ore 23 spazio invece agli atleti e ai nuotatori esperti che vorranno partecipare a una piccola gara di 1600 metri (due giri da 800 metri). La partecipazione alla gara prevede un’iscrizione e il pagamento di una quota come rimborso spese e dà diritto a un pacco gara. Ci saranno delle boe illuminate a segnalare il percorso e assistenti bagnanti a garantire la sicurezza in acqua. Al termine della gara verrà stilata una classifica finale e ci saranno le premiazioni.

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Nuotando con Amore in collaborazione con la Pro Loco di Castel Gandolfo e ha ottenuto il patrocinio del Parco dei Castelli Romani, della Città Metropolitana di Roma e del Comune di Castel Gandolfo. Nuotando con Amore è un ente senza fine di lucro che attraverso questo evento vuole favorire la socializzazione delle persone accomunate dall’amore per il nuoto e lo sport in generale, ma anche un momento conviviale e di intrattenimento; oltre a sensibilizzare i presenti sulle tematiche ambientali e del territorio dei Castelli Romani e sulla sclerosi multipla, grazie alla presenza dell’Aism. L’associazione italiana sclerosi multipla potrà così incontrare e parlare ai presenti della malattia neurodegenerativa demielinizzante, con lesioni a carico del sistema nervoso centrale.

Scrivi un Commento

otto + 15 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy