Casilina News
Attualità

Valmontone, dipendente vince la causa contro il Comune: risarcimento in arrivo

Dovrà essere risarcito con 2.000 euro di danni morali Enrico Fiacchi, il bibliotecario del Comune di Valmontone, per essere stato ingiustamente sospeso dal servizio per 4 giorni. Il Comune di Valmontone gli dovrà pertanto restituire la retribuzione ingiustamente trattenuta, oltre gli interessi e la rivalutazione monetaria e, infine, dovrà rimborsargli le spese legali e pagargli la
somma di 2.000 euro.

Lo ha stabilito il tribunale di Velletri, con sentenza n. 1049/2018 di giovedì 12 luglio, pubblicata ieri. Il signor Fiacchi era stato sanzionato con la sospensione dal servizio e la privazione della retribuzione per 4 giorni, per “anomalie nella gestione informatica”, “manomissione di un hardware”, “disattivazioni del Firewall che protegge il sistema Internet” dei computer della biblioteca.

Enrico Fiacchi, assistito dall’avv.to Carlo Affinito, ha quindi ottenuto giustizia dal giudice del lavoro, dott. Claudio Silvestrini, in quanto “i computer della biblioteca comunale” sono “a disposizione dell’intero pubblico degli utenti” e il bibliotecario non può essere giudicato responsabile della navigazione impropria da parte degli stessi.

Conseguentemente il Comune di Valmontone, che non ha comprovato le sue accuse, dovrà risarcire i danni al dipendente, che dal 1981 ha lavorato alle dipendenze dell’ente locale e che, invece di essere premiato per tanti anni di lavoro al servizio della cultura, è stato ingiustamente leso nella sua onorabilità.

Scrivi un Commento

venti + 20 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy