Attualità rocca di papa

Pubblicato il 11 luglio 2018 | da Elisa Pro

0

Rocca di Papa, i privati demoliscono alcune opere abusive. Il Sindaco: “Porteremo le perimetrazioni in Consiglio Comunale

Condividi

In queste settimane, sul territorio di Rocca di Papa, alcuni privati stanno provvedendo autonomamente a demolire alcune opere abusive, come accaduto nella giornata di ieri. Le azioni che in questi due anni ha messo in campo l’Amministrazione Comunale sono mirate soprattutto a cambiare l’approccio che i cittadini hanno nei confronti del territorio e dell’integrità urbanistico-ambientale. Coloro che stanno decidendo di abbattere le opere che hanno realizzato in modo irregolare lo stanno facendo perché hanno capito quanto sia sconveniente farlo, specialmente da un punto di vista delle sanzioni e delle responsabilità a cui vanno incontro. Inoltre, il controllo sul territorio, esercitato dalle Forze dell’Ordine presenti, sta garantendo la  diminuzione dei casi di abusivismo edilizio.

Per quanto concerne l’annoso tema delle abitazioni abusive, l’Amministrazione Comunale è al lavoro sulle perimetrazioni, che verranno a breve portate in Consiglio Comunale per essere approvate, anche se con un po’ di ritardo. Questo può contribuire a risolvere il grande problema che stanno vivendo quotidianamente molte famiglie. Famiglie che hanno trovato nella costruzione di una casa irregolare l’unica soluzione alle proprie esigenze abitative, in un contesto amministrativo in cui il Piano Regolatore non è più conforme alla realtà di Rocca di Papa.

rocca di papa

Come Amministrazione, in quanto pubblica istituzione, non possiamo che agire nel pieno rispetto e applicazione della legge, ma voglio ricordare che il nostro impegno è rivolto a tutelare l’interesse e i diritti di tutti i cittadini di Rocca di Papa, e quindi anche di quelli coinvolti nella questione abusivismo, per i quali stiamo lavorando e vagliando possibili soluzioni in un’ottica di rientro nella regolarità.

 

 


Condividi

Tags: , , , ,


Notizie sull 'autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + 3 =

Torna su ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi