Casilina News
Tailorsan
Cronaca

Fiuggi e Trevi nel Lazio, due arresti, una denuncia e una segnalazione alla Prefettura (FOTO)

Fiuggi e Trevi nel Lazio, due arresti, una denuncia e una segnalazione alla Prefettura (FOTO)

Nella serata di ieri in Fiuggi e Trevi nel Lazio,  i Carabinieri del NORM della Compagnia di Alatri ed i colleghi della Stazione di Trevi nel Lazio, hanno portato a termine due brillanti operazioni volte a contrastare lo spaccio di stupefacenti con l’arresto di due persone, una denuncia all’A.G. ed una segnalazione alla Prefettura. In particolare:

in Fiuggi i militari del NORM hanno tratto in arresto T.A., 26enne frusinate, già censito per reati legati agli stupefacenti che, nel corso di una perquisizione domiciliare, veniva trovato in possesso di grammi 18,5 di “hashish”, grammi 6,15 di “cocaina”, nonché documentazione attestante l’attività di spaccio e danaro provento della medesima attività. Nell’ambito dell’operazione i militari denunciavano alla competente A.G. un 33enne frusinate, già censito per violazione alla legge sugli stupefacenti, raccogliendo a suo carico concreti indizi di reità in relazione al concorso nell’attività di spaccio con l’uomo arrestato. I Carabinieri segnalavano, inoltre, alla Prefettura di Frosinone, quale assuntore, un 51enne frusinate trovato in possesso di grammi 10,00 di “hashish”, già censito per analoghi reati. Lo stupefacente, la documentazione ed il danaro rinvenuto è stato posto sotto sequestro. L’arrestato è stato posto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa dell’udienza di convalida.

In  Trevi nel Lazio i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto D.C.D., 35enne frusinate, che a seguito di perquisizione personale e domiciliare veniva trovato in possesso di grammi 56,42 di “hashish”, già divisa in dosi pronte per lo spaccio, due ‘spinelli’ e grammi 0,21 di “marijuana” confezionati, pronti per la vendita ed un bilancino di precisione. La sostanza stupefacente ed il bilancino sono stati posti sotto sequestro. L’arrestato, ad espletate formalità di rito, veniva tradotto  domiciliari presso la propria abitazione in attesa dell’udienza di convalida davanti al Tribunale di Frosinone.

Scrivi un Commento

17 − 16 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy