Casilina News
Cronaca

Ferentino, rapinano un capannone e poi fuggono: tre arresti

colleferro furto mercato ruba borsa

La scorsa notte a Ferentino, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa del N.O.R. della Compagnia di Anagni congiuntamente ai militari della locale Stazione, all’interno di un’articolata attività info-investigativa finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati predatori, hanno arrestato tre persone responsabili di concorso finalizzato al furto aggravato e continuato, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione e rapina”.

All’interno di un capannone industriale di una ditta di Ferentino, sono stati notati 5 soggetti uscire frettolosamente. Tre erano a piedi e due a bordo di un furgone oggetto di furto in Frosinone nel mese di gennaio scorso. Il furgone si è poi immesso sulla via ASI ed alla vista dei militari operanti effettuava una repentina inversione di marcia con l’intento di dileguarsi. Una volta raggiunto tentava più volte di speronare l’autovettura dei Carabinieri senza riuscirvi, venendo successivamente bloccato anche grazie al sopraggiungere di altre pattuglie in servizio accorse in ausilio.

Nel frattempo altri Carabinieri inseguivano i tre soggetti allontanatisi a piedi che, saliti a bordo di un’autovettura BMW, si davano alla fuga e nella circostanza il conducente aumentava la velocità e tentava di investire il militare che gli aveva intimato l’alt.

Le ricerche diramate nell’immediatezza consentivano di localizzare e bloccare successivamente, nei pressi dell’area di servizio “Repsol” di Ferentino, l’autovettura Bmw che poco prima si era dileguata dal luogo del furto con a bordo due dei tre rumeni che venivano prontamente bloccati e tratti in arresto. Nel medesimo contesto i Carabinieri rinvenivano all’interno del capannone un altro autocarro asportato due notti prima in Ferentino mentre nel furgone recuperavano refurtiva e vari arnesi da scasso consistenti in 15 quintali circa di cavi elettrici di rame rescisso, vario materiale ferroso, 2 seghe di ferro, una tronchese di grandi dimensioni, una mazzola, numerose fascette stringenti in plastica. Gli automezzi utilizzati e il materiale rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro in attesa di essere versati presso l’Ufficio Corpi di Reato del Tribunale di Frosinone.

Gli arrestati in aderenza alle disposizioni impartite dalla competente A.G. venivano tradotti presso la Casa Circondariale di Frosinone, in attesa della prescritta convalida.

Scrivi un Commento

tredici − dodici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy