Casilina News
Attualità

Strade dissestate a Pavona, la denuncia dei Comunisti Castelli Romani: “Ecco i risultati della politica del rattoppo”

Roma, con il maltempo si riaprono le buche sull'asfalto: decine di auto danneggiate in varie zone

“I cittadini ci hanno inviato centinaia di foto sulle strade dissestate a Pavona, sulle arterie secondarie ad alto scorrimento gestite dal Comune di Albano Laziale (Via Pian Savelli, Via Velletri e Via Latina). Ormai sono strade completamente dissestate a causa della politica del rattoppo, ideata dal sindaco Marini e dell’Assessore ai lavori pubblici Sementilli”. E’ quanto espresso in un comunicato dei Comunisti Castelli Romani riguardo la situazione delle strade nella frazione del Comune di Albano

“A fronte dello sperpero di ingenti quantità di fondi pubblici comunali – si legge ancora -, utilizzati per tenere in vita le moribonde società partecipate e garantirsi un minimo di consenso elettorale con una politica clientelare fatta di migliaia di posti di lavoro (in questo hanno anticipato di un decennio il reddito di cittadinanza dei 5 stelle), le casse comunali sono prosciugate e mancano completamente fondi per interventi di investimento e di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade.

Oltre allo sperpero scellerato e clientelare di immense quantità di risorse per l’assunzione dei parenti della casta (mogli, figli, nipoti, suocere, amanti, autisti, ecc.), gli enti pubblici hanno operato una gigantesca esternalizzazione di tutti i servizi comunali a ditte esterne private, per cui oggi ci troviamo ad Albano con 150 dipendenti comunali senza compiti operativi, che passano il tempo a riempire scartoffie per esternalizzare i lavori a ditte esterne private “amiche” che puntano solo al proprio profitto.

Mancanza di fondi ed esternalizzazione dei lavori a ditte esterne private hanno portato inevitabilmente malcostune (i politici locali sono sempre più “amici” dei piccoli imprenditori locali, che amano finanziare campagne elettorali, cene e ben altro) e ricorso alle gare al ribasso (a scapito della qualità dei lavori).

Si è, quindi, arrivati alla politica del rattoppo. I cittadini di Albano vedono da mesi piccole ditte che tappano buche con una palata di asfalto, senza alcuna preparazione dell’intervento, senza bitume, senza pressare l’asfalto: queste ditte improvvisate fanno una foto con il cellulare per prendere un rimborso forfettario a buca tappata.

Siamo all’assurdo e i dipendenti comunali non possono neanche controllare e contestare i lavori delle ditte “amiche” della casta politica di Albano. Siamo ormai agli ultimi atti della giunta Marini, che sarà presto spazzata via dal vento di cambiamento che soffia forte sull’Italia.

Il Partito Comunista lavorerà nei prossimi mesi per costruire un’alternativa sera e credibile alla politica del rattoppo prodotta dal Sindaco Marini, dal PD e dai suoi cespugli, in perfetto accordo con il centrodestra”.

PER VEDERE LA GALLERY COMPLETA DELLE IMMAGINI:

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=933763143469130&id=425458707632912