Casilina News
Tailorsan
Attualità

Roma tra case popolari e occupazioni: spuntano le assegnazioni parallele

Roma tra case popolari e occupazioni: spuntano le assegnazioni parallele

ROMA CASE POPOLARI E OCCUPAZIONI. SPUNTANO LE ASSEGNAZIONI PARALLELE. Un appartamento occupato in Via dell’ Archeologia, è stato sgomberato dall’ufficio Politiche Abitative, del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale. I caschi bianchi, coordinati dal Vice Comandante del Corpo Lorenzo Botta, avevano già provveduto a liberare l’appartamento abusivamente occupato da non aventi diritto, nel Luglio scorso ma con una rivendicazione politica diffusa in rete, il movimento Politico Forza Nuova, aveva fatto nuovamente irruzione, decidendo di “riassegnarlo” altrettanto illegittimamente, ad un nucleo familiare di origini italiane. Nel corso delle operazioni di sgombero, uno degli agenti è stato aggredito da una donna armata di ascia, fortunatamente resa inoffensiva prima di riuscire a commettere un gesto irreparabile.

La donna, anch’ essa italiana, dirimpettaia dell’appartamento sgomberato ed anch’essa occupante abusiva, temeva che gli agenti fossero venuti per lei. Tutte le persone coinvolte, sono state condotte presso il commissariato di zona. Sull’episodio è intervenuto il commento della UGL Polizia Locale, che in una nota del Coordinatore Romano Marco Milani dichiara: “AL di là degli aspetti di rivendicazioni politiche, è del tutto evidente come l’impiego degli agenti della Polizia Locale in azioni di sgombero di appartamenti, inseriti in interi quartieri oggetto di occupazioni criminali ed a rischio sommossa, costituisca inequivocabile attività di Ordine Pubblico. Come già denunciato per I famosi “varchi” in prossimità degli obiettivi sensibili, impiego ormai quotidiano di agenti privi di tutele previdenziali, addestramento ed equipaggiamenti adeguati, costituisce un problema non più derogabile da Stato ed Enti Locali, per un adeguata disciplina giuridica e contrattuale, che tuteli la categoria.

L’ aggressione con ascia ai danni di un collega avvenuta stamane, avrebbe potuto trasformarsi nell’ennesima tragedia. Proprio per questi motivi domani mattina nella Basilica di SM. Degli angeli, si terrà una messa di commemorazione degli oltre 50 caduti in servizio, delle Polizie Locali d’ Italia, che oltre ad onorare I nostri defunti, ci auspichiamo essere di stimolo a politica ed istituzioni, per affrontare gli irrisolti problemi, degli oltre 60000 poliziotti locali d’ Italia.

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

4 × 1 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy